Diritto e Fisco | Articoli

Quando muore un fratello con figli chi eredita?

29 Settembre 2021
Quando muore un fratello con figli chi eredita?

Divisione del patrimonio del defunto con o senza testamento: quali i diritti dei fratelli, delle sorelle, del coniuge e dei figli?

Quando muore un fratello con figli chi eredita? La divisione dell’eredità segue regole diverse a seconda che sia stato fatto o meno un testamento. Ed è proprio da ciò che dipendono i diritti dei fratelli e delle sorelle del defunto sul patrimonio che quest’ultimo ha lasciato.

In un precedente articolo abbiamo spiegato Quando muore un fratello senza figli chi eredità? Ci occuperemo ora dell’ipotesi opposta, ossia quando il defunto ha lasciato uno o più figli. Ma procediamo con ordine e vediamo a chi va l’eredità quando muore un fratello con figli.

Defunto fa testamento: chi eredita?

Nel caso in cui il defunto abbia fatto testamento prima di morire non si pongono problemi di sorta: bisognerà rispettare le sue ultime volontà (salvo ovviamente che qualche erede impugni il testamento o contesti la divisione dei beni in esso contenuta). In proposito, è bene precisare infatti che la legge riserva sempre agli eredi legittimari una quota prestabilita del patrimonio del defunto. Gli eredi legittimari sono solo il coniuge e i figli (o, in assenza dei figli, i genitori). 

È bene precisare che i fratelli e le sorelle non sono eredi legittimari: ad essi cioè il testatore non deve per forza lasciare una quota del proprio patrimonio. Sicché il fratello o la sorella, se non menzionati nel testamento, non avranno alcun diritto di successione. 

Per la stessa ragione non è necessario “diseredare” fratelli e sorelle se ad essi non si vuol lasciare nulla, attesa l’assenza di qualsiasi diritto in capo a questi se c’è un testamento.

Defunto non fa testamento: chi eredita?

Diverso è il caso in cui il defunto non abbia fatto testamento o, pur in presenza di un testamento, questo sia stato giudicato nullo da un giudice. In tali ipotesi si ricorrere alle regole sulla divisione del patrimonio ereditario stabilite dal codice civile. E, in quest’ambito, c’è ancora spazio per i fratelli e le sorelle. Tuttavia, se a morire è il fratello con figli, tutta la sua eredità andrà ai figli stessi, che dovranno eventualmente dividerla con il coniuge del defunto se ancora in vita.

Tanto per fare un esempio, se un padre lascia la moglie e due figli, a questi ultimi andranno i due terzi dell’eredità mentre al coniuge superstite andrà un terzo oltre al diritto di abitazione nella casa coniugale. 

Se invece, oltre al coniuge, c’è un solo figlio, a quest’ultimo spetta solo metà dell’eredità ed al genitore ancora in vita l’altra metà.

Nell’ipotesi in cui invece il defunto non lasci un coniuge (perché non sposato o perché deceduto in precedenza), tutta l’eredità va ai figli. Quindi, in presenza di un solo figlio, questi è erede universale; con due o più figli, invece, il patrimonio deve essere diviso tra questi in quote uguali. 

Il coniuge non è più erede se è già intervenuta una sentenza di divorzio o se c’è stata una separazione con addebito a suo carico (si pensi a chi tradisce o abbandona la casa coniugale senza valido motivo). Invece il coniuge semplicemente separato (senza quindi addebito) è ancora erede. 

Sul punto si legga l’approfondimento dedicato a chi eredità senza testamento.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube