Diritto e Fisco | Articoli

Risparmiare sulla luce formando i “Gruppi d’acquisto”

17 Giugno 2014
Risparmiare sulla luce formando i “Gruppi d’acquisto”

Promossi dalle associazioni di consumatori, in Europa sono una realtà consolidata: accordi tra consumatori che acquistano in massa per ottenere uno sconto.

L’unione fa la forza. Il vecchio adagio riassume perfettamente la filosofia dei gruppi di acquisto, quegli accordi tra consumatori che decidono di unirsi per ottenere prodotti e servizi a un prezzo più basso, contando sul maggiore potere contrattuale che può avere un elevato numero di persone rispetto a quello del singolo.

In pratica, si acquista in massa per ottenere uno sconto superiore.

Iniziative di questo genere sono ormai una realtà affermata, soprattutto per quanto riguarda i generi alimentari, ma da qualche tempo ha fatto capolino l’idea di lanciare i gruppi d’acquisto anche sulle forniture di energia per il mercato residenziale, che sono già una realtà a livello europeo.

A promuoverli sono solitamente le associazioni dei consumatori: in Italia, la prima iniziativa di questo genere è stata infatti lanciata lo scorso anno da Altroconsumo, con “Abbassa la bolletta“. Il gruppo d’acquisto aveva garantito agli aderenti un risparmio medio di 220 euro l’anno, calcolato combinando le migliori offerte di luce e gas dell’asta 2013 in Italia.

Quest’anno l’associazione ha promosso la seconda edizione dell’iniziativa, cui è possibile aderire fino al 18 giugno.

Come funziona il gruppo d’acquisto?

L’iniziativa viene lanciata e i consumatori sono invitati ad aderirvi. Successivamente, i fornitori di energia sono invitati a partecipare a un’asta per offrire al gruppo di consumatori la tariffa più conveniente per luce e gas.

Le condizioni contrattuali vengono verificate preventivamente (vengono esclusi gli operatori che hanno clausole vessatore o lesive dei diritti dei consumatori) poi i fornitori partecipano all’asta. Una volta conclusa, la tariffa più interessante emersa dalla gara viene comunicata agli aderenti, che a quel punto possono farne richiesta all’operatore; quest’ultimo sarà obbligato ad applicarla a tutti gli aderenti che la richiedono, indipendentemente dal numero di richieste ricevute. Le condizioni economiche non potranno subire variazioni per il periodo di durata del nuovo contratto di fornitura.

La precedente edizione aveva registrato oltre 170mila aderenti all’iniziativa, cui si sono aggiunte altre 25mila persone che hanno deciso di partecipare ad asta conclusa, mentre ad attivare le tariffe delle tre aziende vincitrici erano stati quasi 40mila utenti. All’asta avevano partecipato 12 diversi operatori di luce e gas.


note

Autore immagine: 123rf com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube