Diritto e Fisco | Articoli

Quando scatta il danno non patrimoniale

17 Giugno 2014
Quando scatta il danno non patrimoniale

Danno derivante da reato; se gli interessi sono espressamente tutelati dalla legge; se vi è una violazione dei diritti inviolabili della persona.

Molto spesso, parti e avvocati sono soliti chiedere, nelle proprie diffide e nei relativi atti processuali, il risarcimento dei danni patrimoniali (cioè le spese sostenute e le diminuzioni di guadagni subìte) e di quelli non patrimoniali (danno biologico, morale ed esistenziale).

Ma non sempre il danno non patrimoniale è risarcibile. Lo è, infatti, solo in tre casi:

1. Danno derivante da reato, ossia se il fatto illecito dal quale è dipeso il danno è configurabile, dalla nostra legge, come un reato (per esempio: l’omicidio colposo a seguito di incidente stradale). Per cui la vittima avrà diritto al risarcimento del danno non patrimoniale scaturente dalla lesione di qualsiasi interesse della persona tutelato dall’ordinamento.


2. Se lo dice la legge, ossia se vengono lesi degli interessi espressamente tutelati dall’ordinamento. Tale secondo caso si ha quando ricorra una delle fattispecie in cui la legge espressamente consenta il ristoro del danno non patrimoniale anche al di fuori di un’ipotesi di reato, per cui la vittima avrà diritto al risarcimento del danno non patrimoniale scaturente dalla lesione dei soli interessi della persona tutelati mediante la norma attributiva del diritto al risarcimento.

3. Diritti inviolabili, ossia se vi è una grave violazione dei diritti inviolabili della persona (per esempio, l’onore, la reputazione, ecc.).

Tale ultima fattispecie è integrata quando il fatto illecito abbia violato in modo grave diritti inviolabili della persona, oggetto di tutela costituzionale in quanto tali: la vittima avrà, in tale situazione, diritto al risarcimento del danno non patrimoniale scaturente dalla lesione di tali interessi, che, a differenza delle prime due ipotesi, non sono individuati ex ante dalla legge, ma vengono selezionati caso per caso dal giudice.

A chiarirlo è una sentenza di ieri della Cassazione [1]. La Corte ricorda, quindi, che le richieste di risarcimento del danno non patrimoniale non possono essere sempre accompagnate a qualsiasi tipo di lesione, ma solo nei predetti tre casi.


note

[1] Cass. sent. n. 13670/14 del 16.06.2014.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube