Diritto e Fisco | Articoli

Cosa significa fotografia autenticata?

20 Dicembre 2021 | Autore:
Cosa significa fotografia autenticata?

Chi deve legalizzare le fotografie necessarie per il rilascio di un documento personale? Quali sono l’iter, i tempi e i costi della procedura?

Il cittadino che richiede il rilascio di un documento personale quale ad esempio la patente o il passaporto, deve presentare, unitamente a tutta l’altra documentazione all’uopo prescritta, anche una fotografia autenticata.

Cosa significa fotografia autenticata? Questo termine indica una fotografia legalizzata da un pubblico ufficiale, il quale ha attestato la sua corrispondenza a quella della persona interessata.

L’autenticazione della fotografia, detta pure legalizzazione, è un’operazione che consiste nell’identificazione della persona raffigurata nella fotografia mediante la trascrizione delle generalità. In parole più semplici, è l’attività con cui si mettono in relazione la fotografia e i dati anagrafici di una determinata persona.

La legge dispone espressamente che il cittadino deve esibire una fotografia autenticata per ottenere la licenza di pesca, la licenza di caccia, il porto d’armi, la patente nautica, il brevetto di volo, la patente internazionale e il passaporto di un minore oltre alla patente e al passaporto già sopra menzionati.

La fotografia autenticata è richiesta anche per il certificato di riconoscimento di un minore di 15 anni, che viene rilasciato ai quattordicenni per la guida di ciclomotori, qualora non siano in possesso di un documento di identità e per avere un documento valido per l’espatrio. In tutti gli altri casi, per il riconoscimento, deve essere ritenuta valida la carta di identità.

Chi provvede alla legalizzazione delle fotografie?

L’articolo 34 del Decreto del Presidente della Repubblica n. 445/2000 prevede che le amministrazioni competenti per il rilascio di documenti personali sono tenute a legalizzare le fotografie presentate dall’interessato. Su richiesta di quest’ultimo, le fotografie possono essere, altresì, legalizzate dal dipendente incaricato dal Sindaco.

Il ricorso agli uffici comunali per l’autenticazione è possibile solo se le fotografie devono essere prodotte ad una Pubblica Amministrazione. Rimangono esclusi i rapporti con gli uffici privati.

Le fotografie per il rilascio di documenti personali, dunque, sono autenticate direttamente dall’ufficio competente a rilasciare il documento richiesto. Ad esempio, al cittadino che ha richiesto il rilascio del passaporto, le fotografie possono essere autenticate direttamente dalla Questura. All’aspirante patentato e allo studente che chiede l’iscrizione ad un corso di laurea, le fotografie possono essere autenticate rispettivamente dalla Motorizzazione civile e dall’Università.

In alternativa, le fotografie possono essere legalizzate dall’ufficio anagrafe del Comune, presso il quale il cittadino deve recarsi personalmente.

Se le fotografie autenticate devono essere consegnate all’estero, affinché conservino la loro validità legale, la firma del dipendente comunale autenticatore deve essere a sua volta legalizzata o apostillata nell’apposito ufficio della Prefettura.

Per i cittadini invalidi o con gravi problemi di deambulazione i Comuni forniscono anche un servizio di legalizzazione delle fotografie a domicilio.

Una circolare del ministero dell’Interno ha stabilito che non è consentito autenticare fotografie per uso privato come iscrizioni a circoli, associazioni sportive, banche, palestre, ecc. [1].

Fotografia autenticata: qual è la procedura?

Il cittadino che intende autenticare una fotografia deve presentarsi agli sportelli anagrafici del Comune, anche diverso da quello di residenza, o agli sportelli dell’amministrazione competente al rilascio del documento personale munito di:

  1. un documento di riconoscimento in corso di validità. In mancanza di documento di riconoscimento, occorre la presenza di una persona maggiorenne munita di valido documento di riconoscimento, quale garante;
  2. una fotografia formato tessera recente, ovvero non antecedente a sei mesi. In particolare, la fotografia da legalizzare deve essere su fondo chiaro e deve ritrarre l’interessato in posa frontale, a capo scoperto, ad eccezione dei casi in cui la copertura del capo con velo, turbante o altro sia imposta da motivi religiosi. I tratti del viso devono essere comunque ben visibili, senza occhiali scuri.

Per la legalizzazione delle fotografie di figli minori, è necessaria la presenza dell’interessato accompagnato da un genitore munito di un documento di riconoscimento valido. In caso di minore di età superiore a 15 anni, in possesso di carta di identità, è sufficiente la presenza del solo minore con il proprio documento di identità.

Per i cittadini stranieri occorre l’esibizione del permesso di soggiorno e, se è scaduto, oltre al permesso è necessaria la ricevuta di rinnovo.

Autenticazione fotografia: quali sono i tempi e i costi?

I tempi necessari per il rilascio di una fotografia autenticata sono immediati.

Per quanto riguarda i costi del servizio, la legalizzazione delle fotografie prescritte per il rilascio dei documenti personali non è soggetta all’obbligo del pagamento dell’imposta di bollo. Se l’autenticazione viene richiesta in Comune presso gli sportelli dell’anagrafe occorre, però, pagare i diritti di segreteria che, di solito, sono pari a 0,25 euro.

Se l’autenticazione è su carta resa legale, il costo è di 0,52 euro.


note

[1] MIACEL n. 3/1995.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube