Business | Articoli

Investimenti: strategie in uno scenario di premi al rischio inadeguati

25 Maggio 2015
Investimenti: strategie in uno scenario di premi al rischio inadeguati

Analisi del panorama attuale e delle strategie di portafoglio principali.

In uno scenario globale di tassi prossimi a zero sui governativi dei Paesi sviluppati, dove i tassi sui depositi presso le banche centrali sono in molti casi negativi, la ricerca di un rendimento da investimenti privi o quasi di rischio diventa pressoché impossibile, soprattutto perché i premi per il rischio offerti dal mercato non sono consoni al rischio reale cui si incorre.

È facile capire come in uno scenario del genere – in cui vige una grande difficoltà nel replicare i rendimenti classici derivanti dal segmento obbligazionario vista la scarsa diversificazione derivante da tale segmento e titoli di debito – ci si trovi davanti ad una elevata difficoltà nel reperire soluzioni “beta hedged/contrarian” con un profilo di rendimento interessante.

La strategia di investimento considerata è quella “Multi-Asset”, che ritengo decisamente interessante in uno scenario globale caratterizzato da tassi di interesse bassi, con emissioni governative spesso a tassi negativi o quasi soprattutto nella prima parte della Yield Curve praticamente piatta, per cui il rischio duration che ci si accollerebbe andando a investire su orizzonti alti non sarebbe sostanzialmente remunerato in giusta misura dal tasso di interesse che si verrebbe a ricevere: il premio per il rischio duration elevata in un contesto di aspettative di rialzo dei tassi non è equo a quello che si riceve realmente.

Tuttavia andare a investire con aggressività sul comparto azionario con orizzonte temporale di medio termine non è una soluzione accettabile poiché, viste le politiche espansive delle banche centrali, c’è il rischio di accollarsi una St.Dev. di portafoglio eccessiva per il rischio di ritracciamenti importanti del segmento azionario in caso di rialzo tassi o tapering più marcato.

In questo contesto, una metodologia di investimento decisamente interessante rimane senza dubbio quella “Multi-Asset” poiché ci permette di incentrare l’attenzione sui driver di riferimento e non sulle asset class diversificando il portafoglio e allocando in portafoglio strumenti finanziari globali non correlati senza avere un vincolo più o meno stringente di Benchmark.

 

Le principali strategie di investimento:

STRATEGIA TOP/DOWN

Letteralmente dall’alto in basso. L’investitore attua un’analisi con la quale individua i migliori settori in cui investire e poi si analizzano le società più promettenti all’interno di tali settori. Si tratta di una strategia di investimento abbastanza statica che permette da un lato di incentrarsi su un settore di riferimento estrapolato da un’analisi macro/settoriale e che può risultare vincente ma ha bisogno indubbiamente di essere accompagnata da altre strategie di asset allocation che riducano la correlazione derivante dall’investimento in un settore specifico.

STRATEGIA BOTTOM/UP

Letteralmente dal basso in alto. L’investitore attua un’analisi con la quale individua le singole società su cui investire senza alcun riguardo al settore cui fanno parte o alle condizioni economiche di contorno più generali. Si tratta di una strategia decisamente interessante poiché gli obiettivi di investimento sono spesso svincolati da un settore specifico e la correlazione è notevolmente ridotta.

STRATEGIA GTAA (Global Tactical Asset Allocation)

È una strategia di investimento top-down che tenta di sfruttare a breve termine mis-pricings tra un insieme globale di attività. Tale strategia si concentra sui movimenti generali del mercato piuttosto che sulle prestazioni dei singoli strumenti finanziari.

STRATEGIA ABSOLUTE RETURN

Tale strategia a ritorno assoluto mira ad ottenere risultati positivi in qualsiasi fase di mercato sia nei rialzi che nei ribassi. Il focus sarà su bassa volatilità, rendimenti stabili e decorrelati con la possibilità di utilizzo di derivati ed un uso strategico della liquidità.

STRATEGIA TOTAL RETURN

Tale strategia ha un obiettivo di rendimento annuo. Tale obiettivo è ottenuto tramite strumenti tradizionali.

STRATEGIA MULTI-SETTORIALE (MULTI-ASSETS)

Tale strategia ha un focus sulla massimizzazione del rendimento ed investe in coerenza con uno scenario base potenzialmente in tutte le asset class. Gli strumenti derivati, a soli fini di copertura, vengono utilizzati in maniera limitata.

STRATEGIA GLOBAL MACRO

Tale strategia si basa su valutazioni dell’investitore in merito a fattori macroeconomici quali crescita economica, tassi d’interesse ed inflazione. Le valutazioni determinano le asset class su cui investire per conseguire l’obiettivo di massimizzare il rendimento totale a lungo termine.

STRATEGIA LONG-SHORT EQUITY

Tale strategia sfrutta le combinazioni di posizioni «lunghe» e «corte» sui mercati con l’obiettivo di aumentare il rendimento riducendo la rischiosità legata al mercato.

STRATEGIA EQUITY MARKET NEUTRAL

Tale strategia è una variante della long-short equity, ma in questo caso il controvalore delle posizioni lunghe sarà pari a quello delle posizioni corte. Il valore generato (cosiddetto alpha) dipende dalla capacità del gestore di individuare le tendenze relative ai vari titoli, settori ed indici.

Che cos’è il Beta di un investimento

Il beta misura la sensibilità di un investimento (azione, fondo, etc.) alle oscillazioni del mercato (benchmark). In altre parole definisce quanto varia il prezzo dell’attività congiuntamente al mercato in seguito a movimenti di quest’ultimo. Per definizione il beta del mercato è pari ad 1.

Quindi un investimento con Beta pari ad 1,1 indica che può ottenere una performance del 10% migliore del mercato in caso di rialzo o del 10% peggiore in caso di ribasso. Al contrario un Beta pari a 0,85 indica che l’investimento può ottenere una performance del 15% peggiore del mercato in caso di rialzo e del 15% migliore in caso di ribasso.

 

Che cos’è l’Alpha di un investimento

L’Alpha rappresenta la misura della variazione (maggiore o minore) della performance di un investimento rispetto al suo valore atteso calcolato in funzione del rischio assunto denominato Beta.

Un valore di Alpha maggiore di zero indica il maggior rendimento del portafoglio gestito rispetto al rendimento di equilibrio di un portafoglio non gestito (tipicamente il mercato o benchmark) avente lo stesso beta. È dunque un indicatore dell’abilità dell’investitore nel creare valore aggiunto rispetto al mercato.

di LORENZO ZARDI



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube