Tech | Articoli

4 modi per navigare senza lasciare traccia

26 Dicembre 2021
4 modi per navigare senza lasciare traccia

Gli strumenti più utili per navigare sul web in completo anonimato.

Oggi, è sempre più diffusa la convinzione di essere spiati sul web. Un “Grande Fratello” ci tiene d’occhio 24 ore su 24 controllando ogni nostra mossa. Ti sarà sicuramente capitato di veder comparire sui social network degli annunci relativi alle ricerche effettuate sul Google. Pensi che si tratti di una semplice coincidenza? Sbagliato. Le compagnie pubblicitarie creano dei banner personalizzati sulle esigenze dell’utente. Perciò, molte persone, al fine di salvaguardare la privacy, scelgono di adottare alcune accortezze. In questo articolo ti spiego 4 modi per navigare senza lasciare traccia.

La maggioranza dei browser, da Chrome a Firefox, offrono la navigazione in incognito che permette di non salvare la cronologia, i cookie e le informazioni inserite nei moduli dei siti web. Per restare anonimi, però, è necessario utilizzare programmi specifici in grado di crittografare i dati e camuffare l’indirizzo IP. Se vuoi avere più informazioni sull’argomento, ti consiglio di metterti comodo e proseguire nella lettura.

Perché è utile navigare senza lasciare traccia?

Devi sapere che quando si visita un sito web vengono raccolti tantissimi dati. Per questo motivo, molte persone non vogliono essere rintracciate su Internet e desiderano proteggere la propria privacy, soprattutto quando utilizzano dispositivi altrui. Per darti un’idea, ti dico solo che le informazioni acquisite dai vari siti web possono riguardare l’indirizzo IP, quindi la localizzazione degli utenti, il browser usato, la grandezza dello schermo del dispositivo, il tipo di font, ecc. Ma non è tutto. In base alle ricerche effettuate online, si può creare un vero e proprio profilo della persona e capire, ad esempio, le sue malattie, le sue preferenze sessuali e così via.

Come navigare senza lasciare traccia?

Molte persone pensano che per non lasciare traccia su Internet basta attivare la navigazione in incognito. Niente di più sbagliato. Come vedremo nel paragrafo successivo, si tratta di una modalità che consente semplicemente di non salvare sul dispositivo alcune informazioni (come ad esempio la cronologia, i cookie ed i dati inseriti nei moduli dei siti visitati). Tuttavia, non serve a:

  • nascondere anche l’indirizzo IP (Internet Protocol Address), ossia quel codice numerico associato ad un dispositivo;
  • effettuare la crittografia dei dati della navigazione su Internet;
  • proteggere dal monitoraggio di rete;
  • entrare nella cosiddetta “Dark Web“, ossia in quella parte di Internet accessibile solamente attraverso strumenti specifici.

Infine, va precisato che nonostante la navigazione in incognito, tutte le attività svolte dall’utente saranno comunque visibili al provider Internet, ai siti web visitati e al datore di lavoro. Cosa intendo dire? Che per non lasciare traccia bisogna navigare in anonimato in modo da camuffare l’indirizzo IP. Tale modalità, come vedremo a breve, può essere attivata usando determinati programmi.

Navigare senza lasciare traccia: la modalità in incognito

Ad oggi, tutti i principali browser (‎Opera, ‎Chrome, ‎Firefox, ‎Safari) consentono la navigazione in incognito. Si tratta di uno strumento che permette di consultare un sito web senza che ci sia alcun tracciamento della navigazione. Tuttavia, come ti ho già spiegato poc’anzi, tale modalità non rende invisibili sul web. Vediamo quindi, per ogni singolo browser, come attivare la procedura sul computer.

Opera

Per chi usa Opera, la navigazione in incognito può essere avviata facendo clic sul simbolo O situato in alto a sinistra della schermata. Una volta aperto il menu, basta andare alla voce “Nuova finestra riservata”.

Una caratteristica di questo tipo di browser è la possibilità di attivare il servizio di VPN (Virtual Private Network), un sistema che consente di rendere invisibili le proprie attività su Internet e di mascherare l’indirizzo IP. Per abilitare tale servizio, basta andare in alto a sinistra e cliccare sul pulsante VPN e spostare la levetta su ON.

Per attivare la procedura con i comandi rapidi da tastiera è sufficiente premere contemporaneamente i tasti Ctrl+Maiusc+N (per Windows) oppure i tasti Cmd+Shift+N (per Mac).

Google Chrome

Per coloro che hanno installato sul proprio computer (Windows o Mac) il Google Chrome basta avviare l’applicazione e cliccare sui tre puntini che si trovano sulla schermata, in alto a destra. Quando si aprirà il menu, bisogna cliccare sulla voce “Nuova finestra di navigazione in incognito”. A questo punto, si potrà visualizzare una finestra scura che avvertirà l’utente del passaggio alla modalità in incognito.

In alternativa, si può utilizzare la scorciatoia tramite la tastiera del computer premendo contemporaneamente i tasti Ctrl+Maiusc+N (per Windows) oppure i tasti Cmd+Shift+N (per Mac).

Firefox

Per i dispositivi su cui è installato il Firefox, basta andare sul menu situato nella parte alta dello schermo, sulla destra, e cliccare sulla voce “Nuova finestra anonima”. In tal caso, si aprirà una finestra dallo sfondo di colore viola su cui apparirà il messaggio “Ti trovi in una finestra anonima”.

La medesima procedura può essere avviata con la combinazione di alcuni tasti, ossia Ctrl+Shift+P (per Windows) e ⌘ + Shift + P (per Mac).

Safari

Per chi possiede un computer Mac che utilizza il browser Safari, è necessario cliccare su File situato nella barra in alto a destra, sopra la schermata. Successivamente, è sufficiente cliccare sulla voce “Nuova finestra privata” per vedere apparire il messaggio “Navigazione privata abilitata” all’interno di una nuova finestra.

Per avviare la procedura utilizzando la combinazione di tasti, basta premere contemporaneamente cmd+Shift+N.

Infine, va precisato che la modalità di navigazione in incognito può essere attivata anche su dispositivi mobili quali smartphone e tablet.

Navigare senza lasciare traccia: utilizzare una VPN

Nel paragrafo precedente ho accennato al fatto che alcuni browser, ad esempio Opera, offrono la possibilità di navigare su Internet utilizzando una VPN. Di cosa si tratta? Di una rete privata virtuale che può essere installata sul proprio computer o sul dispositivo e che funge da intermediario con il sito Internet. Tale modalità, in buona sostanza, consente la navigazione anonima in quanto offusca l’indirizzo IP ed esegue la crittografia dei dati sia in entrata che in uscita. Quindi, è uno strumento molto utilizzato, ad esempio, per accedere ai siti Internet che risultano bloccati per alcuni Paesi oppure per usare una carta di credito online in modo sicuro o ancora per gestire un conto bancario.

Possiamo distinguere principalmente tre tipologie di reti VPN (trusted, sicure e ibride) gratuite o a pagamento.

Navigare senza lasciare traccia: usare Tor

Chi vuole navigare in modo anonimo deve necessariamente usare Tor sul computer o sul dispositivo mobile. Si tratta di un sistema che rimpalla le richieste dell’utente da una parte all’altra rendendo difficile la possibilità di tracciare la navigazione online. L’unico aspetto negativo è che rallenta notevolmente il caricamento delle pagine web.

In ogni caso, è consigliabile usare Tor insieme ad altri browser. Ad esempio, si può scaricare Tor Browser, una versione modificata di Firefox, da usare per accedere ai siti Internet.

Navigare senza lasciare traccia: TunnelBear e Ghostery

Per proteggere la privacy ed assicurare l’anonimato online possono essere utilizzati due programmi come TunnelBear e Ghostery. Il primo è una VPN che consente di crittografare la connessione Internet generale; il secondo blocca i software che vogliono tener traccia della navigazione dell’utente.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube