Diritto e Fisco | Articoli

Riceve la multa e poi se la annulla. E’ legittimo?

26 gennaio 2012


Riceve la multa e poi se la annulla. E’ legittimo?

> Diritto e Fisco Pubblicato il 26 gennaio 2012



Il viceprefetto può auto-annullarsi la multa ricevuta?

R.D. ha presentato ricorso alla Prefettura contro una contravvenzione elevatagli dalla polizia stradale perché privo del contrassegno assicurativo. Sin qui tutto normale. Senonché R.D. è egli stesso il viceprefetto e quindi delegato a decidere sul proprio ricorso.

E il ricorso, manco a dirlo, è stato accolto.

Una vicenda anomala che vede da un lato la necessità di considerare anche un prefetto come un comune cittadino, titolare del diritto a presentare ricorso in via amministrativa contro sanzioni eventualmente illegittime. Dall’altro lato v’è il conflitto di interessi: conflitto che ha portato la Procura della Repubblica ad inquisire la carica pubblica per abuso in atti d’ufficio.

R.D. si giustifica giurando di aver trattato il proprio ricorso con gli stessi criteri utilizzati per tutti gli altri cittadini.

Ma, al di là del merito sulla fondatezza del ricorso, è evidente, nel caso di specie, un vuoto. Deve prevalere la funzione pubblica del  Viceprefetto e la sua terzietà oppure il diritto sacrosanto concesso dalla legge a ogni cittadino – a prescindere dall’attività lavorativa svolta – alla difesa dei propri diritti?

A decidere sarà la Procura.

 


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

1 Commento

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI