Diritto e Fisco | Articoli

Domanda riscatto laurea

26 Dicembre 2021 | Autore:
Domanda riscatto laurea

Come chiedere di riscattare il corso di studi universitario nel sito web dell’Inps: portale riscatti e ricongiunzioni.

Vuoi approfittare anche tu del riscatto di laurea agevolato per arrivare prima alla pensione con un costo ridotto, ma la procedura di richiesta ti preoccupa? Forse non sai che, all’interno del sito web dell’Inps, il servizio di domanda riscatto laurea è piuttosto semplice da utilizzare.

Tra l’altro, grazie alla recente realizzazione del portale Riscatti e ricongiunzioni, è anche possibile ottenere una simulazione dell’onere di riscatto, cioè del costo del “recupero”, ai fini della pensione, degli anni del corso di studi universitario.

A questo proposito, devi sapere che, se il corso legale di laurea si colloca in un periodo da valutare con sistema retributivo di calcolo della pensione (nella maggior parte dei casi, entro il 31 dicembre 1995- solo se raggiungi 18 anni di contributi al 31 dicembre 1995, il calcolo retributivo si applica sino al 31 dicembre 2011), l’onere del riscatto si calcola col sistema della riserva matematica.

Se, invece, il corso legale di laurea si colloca in un periodo da valutare con sistema contributivo di calcolo della pensione, puoi utilizzare, per il calcolo dell’onere, sia il sistema percentuale che il sistema forfettario- agevolato [1], che comporta un costo di 5.264,49 euro per ogni anno da riscattare (per le domande presentate nel 2021).

Ad ogni modo, qualora il periodo del corso di studi debba essere valutato con sistema di calcolo retributivo, puoi comunque utilizzare il sistema forfettario agevolato, se decidi di optare per una delle quattro facoltà che comportano il calcolo interamente contributivo della pensione: opzione al contributivo, opzione donna, computo presso la gestione Separata o totalizzazione. Di tanto abbiamo parlato in: Riscatto agevolato della laurea, chi può chiederlo.

Come si può inviare la domanda di riscatto della laurea?

La domanda di riscatto degli anni del corso di studi universitario può essere inviata:

  • tramite il sito web dell’Inps, autenticandosi con le proprie credenziali dispositive: Spid, carta d’identità elettronica o carta nazionale dei servizi;
  • tramite il call center dell’Inps, chiamando il numero 803.164 o 06.164.164 da cellulare;
  • tramite un patronato.

Domanda di riscatto: sito Inps

Se desideri presentare una domanda di riscatto autonomamente, senza avvalerti dei servizi di patronato o del call center Inps, devi accedere al portale web dell’istituto tramite le tue credenziali dispositive (Spid, Cie o Cns) e seguire il percorso: “Prestazioni e servizi”, “Servizi”, “Portale riscatti -ricongiunzioni”.

Dopo aver superato la fase di autenticazione, la home page dell’applicazione consente di accedere alle seguenti funzioni:

  • home page riscatti;
  • home page ricongiunzioni.

Se non possiedi le credenziali dispositive, necessarie anche se preferisci procedere tramite il contact center Inps, devi inviare la domanda di riscatto tramite patronato o altri intermediari dell’istituto.

Nella pagina iniziale della sezione dedicata alla domanda di riscatto puoi accedere alle seguenti funzionalità principali:

  • nuova domanda: selezionando la funzione puoi procedere alla compilazione ed al successivo invio della domanda di riscatto;
  • consultazione domanda: all’interno della sezione puoi consultare lo stato di avanzamento di eventuali domande già presentate e stampare le relative ricevute;
  • simulazione riscatto laurea, per calcolare l’onere di riscatto.

Sono inoltre disponibili il manuale utente e le schede informative.

Nuova domanda di riscatto

Una volta selezionata la funzione “nuova domanda”, la compilazione dell’istanza di riscatto ti richiede di inserire:

  • i dati anagrafici;
  • la gestione previdenziale a cui sei iscritto;
  • il tipo di riscatto per il quale stai presentando la richiesta;
  • devi poi procedere alla compilazione delle diverse sezioni della richiesta, inserendo i periodi che vuoi riscattare e gli ulteriori dati necessari.

Una volta inserite tutte le informazioni richieste e allegati eventuali documenti, tramite la funzione “Riepilogo e invio” puoi rivedere i dati inseriti. L’inoltro della domanda, mediante il tasto “Invio” è possibile solo se hai selezionato il flag “Ho preso visione e accetto l’informativa”.

Modalità di calcolo dell’onere di riscatto

Utilizzando la sezione “Modalità di calcolo”, puoi impostare la modalità di determinazione dell’onere di riscatto, se hai esercitato, precedentemente o contemporaneamente alla domanda, una delle facoltà che comporta la liquidazione della pensione esclusivamente con il sistema di calcolo contributivo (ossia, come già osservato, opzione al contributivo, opzione donna, totalizzazione o computo).

Nel dettaglio, puoi richiedere che il costo del riscatto sia determinato:

  • con sistema percentuale [2]: la retribuzione assoggettata a contribuzione negli ultimi 12 mesi viene moltiplicata per l’aliquota contributiva vigente nella gestione interessata dall’operazione, alla data di presentazione della domanda, nonché per il numero di anni da riscattare;
  • con sistema forfettario- agevolato: il livello minimo imponibile annuo presso la gestione Commercianti (pari a 15.953 euro per il 2021) viene moltiplicato per l’aliquota di computo vigente presso il Fondo pensione dei lavoratori dipendenti, pari al 33%, nonché per il numero di anni da riscattare.

Puoi visualizzare i dettagli di tutte le domande di riscatto presentate in via telematica nella sezione “Consultazione domande”, raggiungibile dalla home page dell’applicazione.

Pagamento del costo del riscatto

Puoi pagare l’onere di riscatto utilizzando l’Avviso di pagamento pagoPA, stampabile attraverso il Portale dei pagamenti, accedendo al sito dell’Inps tramite le tue credenziali di autenticazione dal seguente percorso:

  • “Prestazioni e servizi, Servizi, Portale dei pagamenti, Riscatti Ricongiunzioni e Rendite, Entra nel servizio”.

L’accesso al Portale dei pagamenti ti è consentito anche con il codice fiscale e il numero pratica indicato nel provvedimento inviato dall’Inps.

In alternativa, puoi richiedere l’invio tramite posta o e-mail dell’avviso di pagamento pagoPA al call center dell’istituto.

Puoi saldare gli avvisi di pagamento pagoPA:

  • online dal sito dell’Inps, utilizzando la carta di credito/debito, l’addebito in conto corrente o altri metodi di pagamento;
  • in banca, tramite home banking, alle Poste o presso esercenti convenzionati;
  • con addebito diretto sul conto.

note

[1] Art. 20 Co. 6 DL 4/2019.

[2] Art.2 co. 5 D.lgs. 184/1997.

Autore immagine: pixabay.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube