Assicurazione auto obbligatoria anche in garage

25 Ottobre 2021 | Autore:
Assicurazione auto obbligatoria anche in garage

Nuova direttiva del Parlamento Ue: polizza Rc auto anche per chi tiene fermo il veicolo in un’area privata. Possibilità di aumentare i massimali.

Chi lascia il veicolo fermo in garage perché non lo utilizza più dovrà sottoscrivere comunque l’assicurazione obbligatoria Rc Auto. Lo ha deciso il Parlamento europeo con una direttiva che imporrà allo Stato italiano di togliere l’attuale limite dell’obbligo della polizza alle aree pubbliche o aperte al pubblico.

In pratica, il Parlamento Ue impone l’assicurazione obbligatoria anche nelle aree private. Ciò significa che chi tiene la macchina o la moto nel cortile di casa o in garage e non le utilizza per diversi mesi, dovrà comunque fare la polizza.

La novità è di rilievo perché elimina la possibilità che oggi esiste di fare un’assicurazione per circolare in auto solo quando serve la macchina. Si pensi a chi ha cambiato lavoro, ha due auto e ora si può muovere con i mezzi pubblici per andare in ufficio: attualmente, potrebbe fare la polizza obbligatoria solo su uno dei veicoli (quello che usa per andare a fare la spesa, per muoversi durante la sera o nel fine settimana, per andare in vacanza, ecc.) mentre sull’altro avrebbe la possibilità di fare l’Rc solo quando serve.

La nuova direttiva europea, invece, conferma alcune sentenze della Corte europea secondo cui l’oggetto della polizza è l’uso del veicolo, da intendere come qualsiasi tipo di utilizzo conforme alla sua funzione di trasporto, fermo o in movimento, in luogo pubblico o privato.

In altre parole: dal momento in cui l’Italia recepirà questa direttiva Ue non sarà più possibile lasciar scadere la polizza Rc auto e non rinnovarla, tenendo il veicolo in garage nell’attesa che torni utile per fare una nuova assicurazione, magari temporanea. L’unico modo per non pagare la polizza sarebbe quello di rendere l’auto inutilizzabile o inidonea a circolare, vale a dire togliere una parte fondamentale a mettere in moto la macchina.

Novità ci potrebbero essere anche dal punto di vista dei costi: il Parlamento europeo autorizza gli Stati membri ad alzare i massimali, cosa che, peraltro, succede già in Italia. La polizza Rc auto dovrà garantire per i danni alle persone un minimo complessivo di 6.450.000 euro per sinistro, al di là del numero di persone ferite, contro i 5 milioni di euro previsti finora, oppure di 1.300.000 euro per persona ferita contro l’attuale milione e 220.000 euro in Italia.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

4 Commenti

  1. Anche il bollo auto è stato abolito dalla EU, ma in Italia si continua a pagarlo. Se dobbiamo seguire le direttive UE, seguiamole in toto

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube