Diritto e Fisco | Articoli

Quando scade il contratto con un agente immobiliare?

6 Novembre 2021
Quando scade il contratto con un agente immobiliare?

Ho stipulato un contratto con un agente immobiliare con l’incarico di trovare affittuari per alcuni mesi per un mio immobile. Devo comunicargli per iscritto la disdetta? L’agente lascia suoi beni in giacenza nell’immobile: che fare? Non ha ancora provveduto a pagarmi il dovuto. Come mi tutelo?

Occorre dire innanzitutto che la scadenza del contratto che ho visionato si ricava direttamente dal fatto che lo stesso ha per oggetto il mandato, conferito dal locatore all’intermediario, di trattare la concessione in locazione di un immobile per il periodo specifico. Questo significa che il mandato ha una durata ed una scadenza ben precise.

Inoltre, non è previsto alcun rinnovo (nemmeno tacito) del contratto.

Di conseguenza, nella data indicata il contratto sarà automaticamente scaduto, a meno che le parti non siano d’accordo nel volerlo rinnovare.

Lei, pertanto, non ha bisogno di comunicare per iscritto la sua volontà di non rinnovare il contratto.

Per quanto riguarda gli ingombri presenti nella sua abitazione, non essendoci alcuna autorizzazione da parte sua al loro deposito, lei ha tutto il diritto di chiederne l’immediata rimozione (magari sollecitandola per iscritto e avvertendo che in difetto di una loro immediata rimozione sarà richiesta una somma per l’indebita occupazione).

Nel contratto di mandato, si stabilisce che l’agenzia trovi degli affittuari per la sua abitazione e che la stessa agenzia sia tenuta a versarle parte dell’affitto. Effettivamente, nel contratto non è indicato un termine per la corresponsione dell’importo a cui l’agenzia è obbligata.

In casi simili, cioè in mancanza dell’indicazione del termine entro cui la prestazione deve essere eseguita, la legge (cioè l’articolo 1183 del Codice civile) stabilisce che il creditore (lei nel nostro caso) può esigere immediatamente la prestazione (cioè il pagamento dell’importo che l’agenzia le deve).

Può quindi, anche per iscritto:

  • pretendere dall’agenzia l’immediato pagamento della somma concordata
  • o, magari nell’ambito di un più complessivo accordo con l’agenzia per definire interamente la vicenda, concedere un termine (essenziale) alla controparte per pagare il dovuto (termine di un determinato numero di giorni) scaduto il quale l’accordo potrebbe anche prevedere il pagamento di una somma determinata per ogni giorno di ritardo.

Articolo tratto dalla consulenza resa dall’avv. Angelo Forte



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube