Diritto e Fisco | Articoli

Avvocato e lavoro dipendente: cade il mito dell’incompatibilità

2 Novembre 2021 | Autore:
Avvocato e lavoro dipendente: cade il mito dell’incompatibilità

Professione forense e lavoro subordinato: le ultime novità.

Il 27 ottobre 2021, il Governo ha approvato il decreto-legge recante disposizioni urgenti per l’attuazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e la prevenzione delle infiltrazioni mafiose.

In particolare, l’art. 27 (Conferimento di incarichi di collaborazione per il supporto ai procedimenti amministrativi connessi all’attuazione del PNRR) prevede che:

  • al decreto-legge 9 giugno 2021, n. 80, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2021, n. 113, sono apportate le seguenti modificazioni:
  • a)all’articolo 1 dopo il comma 7-bis, sono inseriti i seguenti:
    • 7-bis.1 Al fine di incentivare il reclutamento delle migliori professionalità per l’attuazione dei progetti attuativi del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR), per i professionisti assunti a tempo determinato con le modalità di cui ai commi 4 e 5, lettera b), non è richiesta la cancellazione dall’albo, collegio o ordine professionale di appartenenza e l’eventuale assunzione non determina in nessun caso la cancellazione d’ufficio.
    • 7-bis.2. I professionisti assunti dalle pubbliche amministrazioni ai sensi del comma 7-bis.1, possono mantenere l’iscrizione, ove presente, ai regimi previdenziali obbligatori di cui al decreto legislativo 30 giugno 1994, n. 509 e al decreto legislativo 10 febbraio 1996, n. 103. È in ogni caso escluso qualsiasi onere a carico del professionista per la ricongiunzione dei periodi di lavoro prestati ai sensi dei commi 4 e 5, lettera b), nel caso in cui lo stesso non opti per il mantenimento all’iscrizione della cassa previdenziale di appartenenza.”;
  • b)all’articolo 3, comma 4-bis, dopo la parola “regioni” sono aggiunte le seguenti: “province, città metropolitane e”, e dopo le parole “Ministro del lavoro e delle politiche sciali” sono aggiunte le seguenti “e del Ministro per le disabilità”;
  • c)all’articolo 9, comma 1, le parole “e degli enti locali” sono soppresse e le parole “nel numero massimo complessivo di mille unità” sono sostituite dalle seguenti: “nel numero minimo di mille unità”.

Tale norma viene ad incidere, pesantemente, sull’art. 18 “incompatibilità” della legge 31.12.2012 n. 247 e con l’art. 6 del vigente Codice Deontologico Forense.

L’art. 18 della legge 247/2012 alla lettera d) prevede, infatti, l’incompatibilità con qualsiasi attività di lavoro subordinato anche se con orario a lavoro limitato.

L’art. 6 del vigente Codice Deontologico Forense prevede invece che l’avvocato deve evitare attività incompatibili con la permanenza dell’iscrizione all’Albo e che l’avvocato non deve svolgere attività comunque incompatibili con i doveri di indipendenza, dignità e decoro della professione forense.

Sin qui i vertici dell’avvocatura italiana non hanno voluto affrontare e risolvere il problema dell’avvocato monocommittente che ora può trovare una rapida soluzione stante la previsione legale di cui sopra.

Questo dimostra che la legislazione precede il sentimento dell’avvocatura italiana che non potrà, apicali compresi, che rincorrere gli eventi.

Fonte: Diritto e Giustizia



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube