Diritto e Fisco | Articoli

In retromarcia tampona auto in doppia fila: di chi è la colpa?

3 Novembre 2021
In retromarcia tampona auto in doppia fila: di chi è la colpa?

Che succede se si urta un’auto in seconda fila mentre si esce dal parcheggio?

Immagina di salire sulla tua auto che hai parcheggiato a spina di pesce, ai margini del marciapiede. Nel fare retromarcia non ti avvedi che, dietro di te, c’era un’altra auto parcheggiata in seconda fila. La tamponi sulla fiancata e il proprietario, lì vicino, alzando la voce, ti intima a risarcirgli tutti i danni. Dal canto tuo gli fai notare di essere dalla parte della ragione: è piuttosto lui che ha violato il Codice della strada lasciando il veicolo là dove non poteva. Chi dei due ha ragione? Se un automobilista in retromarcia tampona un’auto in doppia fila di chi è la colpa?

La questione, proprio per come ora descritta, è stata di recente decisa dal tribunale di Roma [1]. La sentenza merita di essere illustrata.

Partiamo dal principio secondo cui non basta rispettare il Codice della strada per aver ragione in caso di incidente stradale. Bisogna anche porsi nella condizione di prevedere, laddove possibile, le altrui condotte imprudenti ed evitarle: il tutto al fine di non mettere a repentaglio la sicurezza degli altri utenti della strada. 

Non perché quindi l’altro conducente ha violato una norma del Codice si può ottenere in automatico il risarcimento quando invece, con un minimo di diligenza, si sarebbe potuto evitare l’impatto. 

Tutte le volte in cui non si riesce a dimostrare che lo scontro era imprevedibile e inevitabile si applica pertanto il concorso di colpa.

Quindi, chi urta in retromarcia un’auto in seconda fila, perché non si è accorto della sua presenza, subisce un concorso di colpa e verrà risarcito al 50%. Così come al 50% sarà risarcito colui che ha lasciato l’auto in divieto di sosta, ossia in doppia fila.

Diverso è invece il discorso per quanto riguarda l’eventuale multa da infliggere ai due conducenti. Non c’è dubbio che chi ha lasciato l’auto in seconda fila vada multato. Maggiori perplessità invece si pongono nei confronti di chi esce dal parcheggio. A riguardo l’articolo 154 del Codice della strada stabilisce che «chi esegue una manovra (…) per fare retromarcia deve assicurarsi di poter effettuare la manovra senza creare pericolo o intralcio agli altri utenti della strada, tenendo conto della posizione, distanza, direzione di essi». Diversamente, rischia una multa da 41 a 169 euro. Tuttavia, secondo il tribunale di Roma, non si può multare il conducente che in retromarcia urta un’auto in sosta. E ciò perché la macchina è vuota e soprattutto in doppia fila: è escluso, infatti, che la condotta del multato possa creare una situazione di pericolo, mentre la vettura parcheggiata in modo irregolare restringe comunque gli spazi per la manovra.

Il punto è che la sanzione risulta inflitta in base all’articolo 154 del Codice della strada mentre non c’è prova che la retromarcia dell’utilitaria abbia determinato una situazione di pericolo o di intralcio per gli altri utenti della strada. Altrimenti bisognerebbe concludere che qualsiasi contatto, anche lieve, fra veicoli durante le fasi di parcheggio faccia scattare in automatico multa e taglio dei punti, a prescindere dall’eventuale rilievo della condotta in sede civile. E per stabilire se la manovra del conducente sia pericolosa o meno non si può ignorare che la vettura colpita era parcheggiata in seconda fila.


note

[1] Trib. Roma, sent. n. 15001/20.

Autore immagine: depositphotos.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

3 Commenti

  1. Se sto uscendo dal parcheggio come descritto nell’articolo e nel mentre sopraggiunge una vettura fermandosi in doppia fila quindi vettura che prima non c’era ?

  2. Se nell’ uscire in retromarcia dal parcheggio, urto altra vettura che sopraggiunge contromano in retromarcia , vi è un concorso di colpa?

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube