Da luglio bolletta gas meno cara

28 Giugno 2014
Da luglio bolletta gas meno cara

L’Authority per l’energia e il gas: la flessione dei prezzi della materia prima porterà a un risparmio annuo di 73 euro a famiglia; in un anno e mezzo la spesa giù di oltre il 16%.

Se la bolletta della luce resta stabile, quella del gas registra un’ulteriore diminuzione. Dal 1° luglio, infatti, ci sarà un ribasso del 6,3%: la conseguenza pratica è che ogni famiglia risparmierà, in media, 73 euro all’anno.

È questo l’effetto di un provvedimento di ieri dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas nell’aggiornamento dei prezzi di riferimento per il trimestre luglio-settembre per i consumatori serviti in tutela.

Il ribasso registrato dalla bolletta del gas che, da gennaio, è diminuita del 10% e di oltre il 16% nell’ultimo anno e mezzo, è collegato alla riforma voluta dall’esecutivo e portata avanti con determinazione dall’Authority presieduta da Guido Bortoni, che ha consentito di ancorare i prezzi della materia prima alle quotazioni spot sulle principali borse europee, riducendo l’incidenza dei contratti pluriennali (i “take or pay”) indicizzati ai prodotti petroliferi. La discesa collegata alla revisione è stata in parte controbilanciata, si legge nella nota diffusa ieri dall’Aeeg, “da un leggero incremento (+0,1%) a copertura degli oneri della morosità per i servizi di ultima istanza del fondo UG3”.

Quanto all’invarianza della bolletta elettrica, il calo della materia prima all’ingrosso (-7,1%) – che costituisce il 50% della bolletta – è stato in parte compensato dalle coperture assicurative contro il rischio di rialzo dei prezzi dei contratti di approvvigionamento dell’Acquirente Unico. Sono poi aumentati, chiarisce ancora l’Authority, i costi di dispacciamento (+5,8%) e, in lieve misura, anche gli oneri derivanti dai meccanismi di perequazione della vendita e la necessità di gettito per gli incentivi alle fonti rinnovabili e assimilate (la componente A3 della bolletta).

Sulla crescita del dispacciamento sono intervenuti i maggiori acquisti di energia elettrica “di riserva” per garantire la sicurezza del sistema a fronte della crescente produzione da fonti verdi non programmabili e anche gli effetti attesi dopo la sentenza del Consiglio di stato sugli sbilanciamenti. In particolare, da luglio, il prezzo di riferimento dell’elettricità sarà di 18,9 centesimi di euro per kilowattora (tasse incluse) per una spesa media annua della famiglia tipo di 512 euro che saranno ripartiti in questo modo: 252 euro (pari al 49,25% del totale della bolletta) per i costi di approvvigionamento dell’energia e commercializzazione al settaglio; 111 euro (21,61%) per gli oneri generali di sistema; 81 euro (15,80%) per i servizi di rete (trasmissione, distribuzione e misura); 68 euro (13,34%) per le imposte (Iva e accise).

Per il gas, invece, il prezzo, da luglio, ammonterà a 77,76 centesimi di euro per metro cubo (tasse incluse). Per il cliente tipo, quindi, la spesa su base annua sarà di 1.088,70 euro: 377,45 euro (il 34,67% della bolletta totale) per l’approvvigionamento del gas naturale; 407,67 euro (37,45%) per le imposte che comprendono le accise, l’addizionale regionale e l’Iva; 168,18 euro (15,45%) per la distribuzione e la misura; 68,47 euro (6,29%) per la vendita al dettaglio; 38,23 euro (3,51%) per il trasporto; 28,70 euro (2,63%) per la gradualità nell’applicazione della riforma che ha ridotto il peso dei contratti a lungo termine.


note

Autore immagine: 123rf com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube