Diritto e Fisco | Articoli

Le cartelle esattoriali per multe non ricadono sugli eredi

30 Giugno 2014
Le cartelle esattoriali per multe non ricadono sugli eredi

Equitalia non può rivolgere le richieste di pagamento nei confronti degli eredi; l’obbligazione di pagare la somma dovuta per la violazione non si trasmette in caso di successione.

Di questi tempi, quando si apre una successione, è tutt’altro insolito che, insieme all’attivo del defunto, si aprano anche numerose buste di Equitalia la quale richiede agli eredi il pagamento di tributi e sanzioni rimasti non riscossi.

È altrettanto facile, però, che gli eredi, presi dalle numerose scartoffie che una successione comporta, e spesso distratti dal dolore per la perdita del caro, non facciano molta attenzione alle richieste dell’Agente di Riscossione e paghino senza troppe domande, confidando, comunque, sull’esistenza di un patrimonio attivo con cui far fronte ai debiti.

Attenzione però. Non tutto è dovuto a Equitalia e ben farebbero gli eredi a leggere il dettaglio indicato nelle cartelle di pagamento. È infatti possibile ottenere lo sgravio di numerosi importi, posto che, per legge [1], le somme dovute a titolo di sanzioni non si trasmettono mai agli eredi.

Così per quanto riguarda le cartelle di pagamento per contravvenzioni stradali. Le contravvenzioni, infatti, non sono trasmissibili agli eredi.

Come ci si deve comportare in tali casi? Equitalia può aggredire in qualche maniera le disponibilità liquide per il pagamento delle cartelle?

Come detto, la legge stabilisce che l’obbligazione di pagare la somma dovuta per la violazione non si trasmette agli eredi. Tale norma vale per tutte le violazioni diverse da quelle tributarie, e quindi anche per le contravvenzioni al codice della strada.

Ne consegue che Equitalia (alla quale basta esibire l’atto di morte del trasgressore per far annullare le cartelle recanti le anzidette sanzioni) non può aggredire in nessuna maniera le disponibilità liquide per coprire le cartelle.


note

[1] Art. 7 L. 24 novembre 1981, n. 689.

Autore immagine: 123rf com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

1 Commento

  1. Mi chiedo. Ma sarebbe possibile far ricorso e richiedere il rimborso per multe codice della strada ,pagate da noi eredi ?Il tutto risale a circa 10 Anni fa.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube