I 12 punti della riforma: processo civile in un anno

1 Luglio 2014
I 12 punti della riforma: processo civile in un anno

Renzi presenta 12 «linee guida»: carriere in base al merito, nuovo falso in bilancio.

La riforma ancora non c’è ma già se ne parla al passato, come cosa già fatta, cioè come “la riforma che ha cambiato la giustizia in Italia”. Questo emerge dalla conferenza stampa di ieri tenuta da Matteo Renzi e Andrea Orlando. Alle loro spalle la slide riassume le 12 linee guida che cambieranno appunto la giustizia in Italia e che, secondo il presidente del Consiglio, si trasformeranno in disegni di legge o emendamenti il 1° settembre, quando partirà l’operazione mille giorni, cioè il termine entro cui diventeranno operativi.

Dal processo civile telematico (operativo, sia pure a macchia di leopardo, già da oggi: scadenza prevista da tempo) alla riduzione dei tempi del processo civile (che in primo grado durerà solo 1 anno, come nel resto d’Europa); dal dimezzamento dell’arretrato civile alle corsie preferenziali per imprese e famiglie; dalla riforma del Csm, affinché i magistrati siano “premiati per il merito e non per la loro appartenenza alle correnti” alla responsabilità civile delle toghe secondo il modello europeo; dalla riforma della giustizia disciplinare per tutti i magistrati alle norme sulla criminalità economica (falso in bilancio e autoriciclaggio); dall’accelerazione del processo penale alla riforma della prescrizione.

Dodici «linee guida» e nessun testo approvato anche se Renzi e il ministro Orlando assicurano che sono lì, a disposizione di chiunque voglia prenderne visione e dialogare, nei prossimi mesi, scrivendo a rivoluzione@governo.it

Ecco dunque le 12 linee guida così riassunte dal Governo.

CIVILE: TEMPI

Un anno per il primo grado

L’obiettivo è ridurre i tempi dei processi: «La durata massima dei procedimenti di primo grado dovrà essere di un anno». Il 1° settembre, ha aggiunto Renzi, approveremo il ddl in materia.

CIVILE: ARRETRATO

L’obiettivo dimezzamento

L’obiettivo è il dimezzamento dell’arretrato del processo civile, oggi attestato sui 5 milioni di procedimenti. Per separazioni e divorzi consensuali non sarà più necessario andare davanti a un giudice.

IMPRESE E FAMIGLIE

Corsia preferenziale

In pista la creazione di una corsia preferenziale processuale per imprese e famiglie. Per il Guardasigilli, l’idea è quella di dare una priorità alla domanda di giustizia avanzata da famiglie e imprese.

CSM: CARRIERA

Incarichi in base al merito

Per ora nessuna riforma del metodo di elezione ma interventi per garantire che la carriera avvenga per merito e non in base all’appartenenza alle varie correnti.

CSM: INCOMPATIBILITÀ

Sdoppiamento di funzioni

«Chi nomina non giudica, chi giudica non nomina». È il principio espresso dal premier per spiegare lo sdoppiamento delle funzioni dell’organo di autogoverno della magistratura.

RESPONSABILITÀ CIVILE

Verso il modello europeo

La linea del governo è quella di allinearsi al modello dei principali paesi europei. Saranno rivisti, in particolare, i meccanismi di filtro e di rivalsa dello Stato.

GIUSTIZIA DISCIPLINARE

Gli illeciti delle toghe

Il Governo mette in cantiere anche un intervento di riforma del disciplinare per la magistratura ordinaria, amministrativa e contabile.

CRIMINALITÀ ECONOMICA

Il falso in bilancio

Il Governo intende introdurre (o reintrodurre) nuove norme sul falso in bilancio e sull’autoriciclaggio per i quali sono già stati predisposti i testi normativi.

PROCESSO PENALE

Riformare la prescrizione

Accelerare i tempi non solo del processo civile ma anche nel penale attraverso la riforma della prescrizione. Renzi: «È una questione di civiltà».

INTERCETTAZIONI

Tutelare la privacy

Un sistema che non pregiudichi le indagini, non impedisca l’utilizzo delle intercettazioni per le indagini ma tuteli chi ne è coinvolto indirettamente.

INFORMATIZZAZIONE

Estensione anche al penale

Tra i punti proposti l’informatizzazione integrale del sistema giudiziario: «la strada maestra» ha commentato il Guardasigilli Andrea Orlando.

PERSONALE

Riqualificazione

Puntare alla riqualificazione del personale amministrativo degli uffici giudiziari per valorizzarne le competenze. Tra gli obiettivi colmare anche le lacune di organico.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube