Cronaca | News

Covid: le nuove regole per il trasporto pubblico

15 Novembre 2021 | Autore:
Covid: le nuove regole per il trasporto pubblico

Ordinanza del ministro della Salute: i treni devono essere fermati e sanificati in caso di sospetta positività di un passeggero. Controlli Green pass nelle stazioni.

Treno fermo se c’è un sospetto caso di Covid a bordo, non più di due passeggeri nei sedili posteriori su taxi ed auto a noleggio con conducente, ritorno del bigliettaio sul bus e riapertura della porta anteriore, cioè quella più vicina all’autista. Sono le nuove regole per il trasporto pubblico dettate dal ministero della Salute in un’ordinanza appena firmata dal ministro Roberto Speranza di concerto con il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Le nuove regole sui treni

Partiamo dai treni. Ci sarà il controllo obbligatorio del Green pass nelle stazioni prima di salire a bordo, soprattutto in quelle più grandi, dove c’è un gate di accesso ai binari (ad esempio nelle stazioni di Roma Termini, Milano Centrale o Santa Maria Novella di Firenze). Nelle altre stazioni in cui non sia possibile verificare il possesso della certificazione verde valida, il personale di bordo potrà effettuare il controllo all’interno del convoglio al momento di chiedere il biglietto.

Se viene riscontrato un sospetto caso di Covid tra i passeggeri, cioè se uno dei viaggiatori mostra dei sintomi compatibili con il coronavirus, «la Polizia Ferroviaria e le Autorità sanitarie devono essere prontamente informate: all’esito della relativa valutazione sulle condizioni di salute del passeggero, a queste spetta la decisione in merito all’opportunità di fermare il treno per procedere ad un intervento o prevedere appositi spazi dedicati». La società ferroviaria dovrà poi procedere «alla sanificazione specifica del convoglio» prima di continuare il viaggio. I treni dovranno, comunque, essere sanificati una volta al giorno.

Le nuove regole su taxi e Ncc

L’ordinanza firmata dal ministro Speranza prevede anche che i sedili posteriori di taxi e auto a noleggio con conducente (Ncc) non siano occupati «da più di due persone se non sono componenti dello stesso nucleo familiare». All’interno dell’abitacolo «è possibile installare paratie divisorie tra conducente e passeggero».

Le nuove regole sui bus

Per quanto riguarda gli autobus urbani, occorre privilegiare la salita e la discesa dalle porte centrali e posteriori. Tuttavia, e in subordine, è possibile utilizzare la porta anteriore (quella vicina all’autista) purché sia installato «un apposito separatore protettivo dell’area di guida».

Va garantita la distanza di sicurezza di almeno un metro tra i passeggeri.

Previsto anche il graduale ritorno del bigliettaio a bordo dei mezzi per il controllo dei ticket di viaggio. Il personale dovrà essere dotato di mascherine e di gel per l’igienizzazione frequente delle mani.

Le nuove regole su navi e traghetti

Il ministero della Salute prescrive anche su navi e traghetti di «evitare quanto più possibile i contatti tra il personale di terra e il personale di bordo» e raccomanda «la distanza interpersonale di almeno un metro». Resta obbligatorio l’uso della mascherina per il personale e per i passeggeri.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube