Diritto e Fisco | Articoli

Un minorenne può bere alcolici?

16 Novembre 2021
Un minorenne può bere alcolici?

Cosa dice la legge sulla vendita e sul consumo di alcolici da parte di chi non ha ancora compiuto 18 anni: quando la condotta è reato. 

Un minorenne può bere alcolici? Cosa può fare un poliziotto che vede un minore ubriaco? E cosa rischia chi gli offre un bicchiere di vino? Ecco alcune cose che bisogna sapere in merito al divieto di somministrazione di alcolici a un giovane.

È reato dare alcolici a un minorenne?

È reato solo vendere o somministrare alcolici a un minore di 16 anni in luogo pubblico o aperto al pubblico (ad esempio, un bar). In casa, quindi, si può fare: non commette alcun reato chi offre un bicchiere di vino a un minorenne in casa propria o comunque in un luogo privato. 

Se il minore ha 16 o 17 anni invece non si commette alcun reato ma si subisce comunque una sanzione amministrativa da 250 a 1.000 euro.

La condotta vietata è solo quella dell’esercente di un bar o altro locale. Questo significa che se un ragazzo maggiorenne offre dell’alcol a un amico minorenne non commette alcun reato.

Dunque, affinché si possa parlare di divieto di somministrare alcol a minori è necessario:

  • che il giovane abbia meno di 16 anni (per il reato) o di 18 (per l’illecito amministrativo);
  • che il giovane si trovi in un luogo pubblico o aperto al pubblico;
  • che il somministrante sia il gestore di un locale (un bar, un ristorante, un supermercato, un negozio, ecc.).

Cosa rischia il minore?

Come anticipato sopra, la sanzione (penale o amministrativa, a seconda dell’età del minore) ricade solo su chi vende o somministra l’alcol al minorenne. Il minore invece non rischia nulla. Per cui se questo viene trovato a bere alcol, anche se in un luogo pubblico, la polizia non può dirgli nulla se non chiedergli chi gli ha venduto la bevanda alcolica. Anche l’eventuale richiesta dei documenti non anticipa alcun procedimento a suo carico.

Attenzione però: se il minore circola in un luogo pubblico o aperto al pubblico (ad esempio, un bar) in stato di evidente ubriachezza commette un illecito amministrativo e può essere sanzionato con una “multa” da 51 a 309 euro.

Si ricorda che è comunque vietato guidare qualsiasi veicolo ubriachi, sia anche un motorino o una bicicletta.

Che succede se il minore finge sull’età?

Commette reato di sostituzione di persona il minorenne che si spaccia per maggiorenne per ottenere dal venditore l’alcolico, ma può essere punito solo se ha almeno 14 anni. Un minore di 14 anni infatti non è imputabile e non subisce alcun procedimento penale. 

Questo non toglie che il venditore risponde ugualmente del reato di vendita o somministrazione di alcolici al minorenne avendo l’obbligo, in caso di dubbio, di chiedere la carta d’identità. Solo se questa risultasse falsificata il venditore non rischierebbe nulla.

Comprare alcolici per minorenne: cosa si rischia?

Cosa rischia chi compra alcol e poi lo dà gratuitamente a un minore? Nulla. La legge, come anticipato sopra, punisce solo la somministrazione fatta da esercente anche se gratuita. Quindi ,non commette reato chi compra una bottiglia e poi la offre a un minore. Neanche se si tratta di un amico o di un genitore.  



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube