Diritto e Fisco | Articoli

Facebook: spunta il tasto “Chiedi / Ask” per rimorchiare e la messaggistica 007

6 Luglio 2014
Facebook: spunta il tasto “Chiedi / Ask” per rimorchiare e la messaggistica 007

La situazione sentimentale dei propri contatti su Facebook potrà essere oggetto di richieste specifiche per verificare la “disponibilità” sessuale.

Che Facebook fosse nato proprio per un gioco legato alle relazioni adolescenziali di coppia non è più un mistero. Questo dna, però, si trascina sino ad oggi, senza veli e ipocrisie: Facebook è, per molti giovani, una sorta di catalogo fotografico da cui scegliere eventuali partner fissi o occasionali. E allora, se così stanno le cose – ragionano a Palo Alto – perché non rendere ancora più facile questa ricerca?

Di recente, il social network blu ha introdotto il pulsante “Chiedi” (“Ask” per la versione in inglese) nella sezione delle Informazioni di ciascun profilo che consente di inviare specifiche domande ai propri amici che abbiano scelto di non rendere visibili alcune informazioni personali (studio, lavoro, residenza, numero di telefono, ecc.).

Ebbene, nella nuova versione, il pulsante “Chiedi” sarà disponibile anche per il campo relativo alla “situazione sentimentale”, se non resa già pubblica dall’utente.

In altre parole, con tale opzione, chiunque, entrando nella bacheca di uno dei propri contatti, potrà richiedere informazioni sull’altrui stato: se single, fidanzato, sposato, divorziato, in cerca di uomini o di donne.

Nulla che già non si potesse fare in chat privata; ma, ovviamente, nello spirito da sempre “diretto” e “sfrontato” a cui ci ha abituato Facebook, questo sistema consentirà di evitare di perdere molto tempo in convenevoli prima di arrivare alla consueta domanda. E, in questo modo, scegliere già se proseguire la conoscenza (per “provarci” e “rimorchiare”) o fermarsi là.

Se anche la nuova opzione potrebbe sembrare un’eccessiva invasione della privacy, è ovvio che nessuno sarà obbligato a rispondere e potrà far finta di niente, finanche arrivando a cancellare dai propri contatti lo “scocciatore” dalle intenzioni mirate.

Ma dall’altro lato, gli utenti del social network saranno anche liberi di mentire qualora dovessero essere interrogati dai loro amici virtuali. E che ne sarà delle prove di un eventuale tradimento?

Niente paura. Facebook ha pensato anche a questo. Ha appena finito di sviluppare “Slinghshot”, una messaggistica istantanea modello-007, dove i messaggi si cancellano automaticamente dopo pochi secondi dalla visualizzazione da parte del loro destinatario, non lasciando più alcuna prova del loro passaggio. I tempi della pubblicazione nell’App store sono prossimi: la release è, infatti, prevista per questa stessa estate.


note

Autore immagine:123rf com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube