Diritto e Fisco | Articoli

Assicurazione sulla casa: cos’è e cosa copre?

12 Febbraio 2022 | Autore:
Assicurazione sulla casa: cos’è e cosa copre?

È obbligatorio fare una polizza sull’immobile di proprietà? Cosa prevedono le garanzie accessorie su furto, incendio, eventi atmosferici e altro?

Ci sono degli imprevisti legati alla casa che possono causare un danno più o meno grave e che, in qualsiasi caso, costringono il proprietario a sostenere delle spese sia per sistemare ciò che è rimasto danneggiato sia per eventuali risarcimenti a terzi. Si tratta di costi che possono essere drasticamente ridotti o addirittura annullati se prima dell’evento è stata stipulata un’assicurazione sulla casa: cos’è e come si fa?

Non esiste un’unica polizza che copre i possibili danni ad un immobile, o meglio: non deve essere fatto per forza un contratto assicurativo che preveda tutti gli eventuali eventi in grado di danneggiare l’abitazione. È possibile fare una polizza, ad esempio, solo per l’incendio, per gli agenti atmosferici, sulla responsabilità civile, ecc.

Tuttavia, nulla vieta di fare una polizza che copra tutto ciò, ovviamente in cambio di un premio assicurativo più alto. Il proprietario dell’immobile dovrà valutare il rischio che corre in base alle caratteristiche della casa ed il luogo in cui si trova: se fatta tutta in legno, se ha gli impianti vecchi, se si trova in aperta campagna o in un condominio affollato dove ci sono più probabilità di fare del male a qualcuno, e via dicendo. Ecco, allora, cosa c’è da sapere a proposito dell’assicurazione sulla casa, che cos’è e come si fa.

Assicurazione sulla casa: che cos’è?

L’assicurazione sulla casa è un contratto stipulato con una compagnia assicurativa per ridurre al minimo o azzerare il costo di un evento imprevisto avvenuto all’interno di un’abitazione che causa un danno più o meno grave sia all’immobile stesso sia alle persone che ci abitano o a terzi.

La polizza copre, quindi, il danno provocato da un incendio, da un allagamento, da uno scoppio, da un evento atmosferico, ecc.

Si pensi al classico cortocircuito che causa un rogo con danni alla propria casa e a quelle dei vicini, alla perdita di acqua da un tubo che viaggia sotto il pavimento e che provoca dei danni al soffitto o alle pareti del condomino di sotto, alla fuga di gas che determina uno scoppio, al forte vento che strappa e fa volare via una tettoia.

L’assicurazione sulla casa, quindi, copre sia l’abitazione sia i beni che l’immobile contiene, così come le abitazioni o i beni dei vicini nel caso riportassero dai danni causati dal titolare dell’assicurazione o da un suo familiare convivente.

Ci sono diverse tipologie di assicurazione sulla casa, compresa quella sui danni provocati dai ladri che entrano a rubare o sull’assistenza e tutela legale. Tutte le polizze vengono raggruppate in due grandi aree, cioè:

  • l’assicurazione globale, fatta dall’amministratore di un condominio a protezione dell’intero edificio, che copre i danni riportati negli spazi comuni, nelle abitazioni private o verso terzi;
  • l’assicurazione multirischio, che copre i danni ad un immobile e alle persone che vi abitano. La polizza dovrà specificare al momento della stipula gli eventi sui quali si vuole la copertura assicurativa.

Assicurazione casa: è obbligatoria?

L’assicurazione sulla casa è obbligatoria solo nel caso in cui si chieda un mutuo alla banca e solo a copertura dei danni causati da incendio o scoppio. Il perché è facilmente intuibile: l’istituto di credito vuole avere la certezza che potrà avere un indennizzo dalla compagnia nel caso in cui l’unica garanzia solida posta dal mutuatario per ottenere il finanziamento riportasse dei gravi danni.

Il valore della polizza si calcola sulla base del capitale erogato per l’acquisto dell’immobile. Se il mutuo viene estinto in anticipo, la parte di premio di cui non si è beneficiato viene restituita al mutuatario.

Per il resto, l’assicurazione sulla casa non è obbligatoria, anzi: chi la stipula può esercitare il diritto di recesso (a certe condizioni indicate nel fascicolo informativo della polizza) e decidere di non fare un ulteriore contratto.

Assicurazione sulla casa: quali rischi copre?

Come abbiamo detto, i rischi a cui sono quotidianamente sottoposti gli immobili e le persone che ci abitano sono diversi. Ecco perché l’assicurazione sulla casa copre tutti gli eventi in grado di causare dei danni più o meno gravi.

Di norma, la polizza sulla casa interviene in caso di:

  • scoppio e incendio;
  • allagamento;
  • danni da eventi atmosferici;
  • responsabilità civile;
  • furto;
  • assistenza e tutela legale.

Polizza scoppio e incendio

L’assicurazione sulla casa contro i danni da scoppio e incendio è obbligatoria, come abbiamo spiegato poco fa, solo quando viene richiesto un mutuo, mentre in tutti gli altri casi resta facoltativa. In ogni caso, le garanzie obbligatorie della polizza coprono i danni riportati dall’abitazione per:

  • incendio totale o parziale;
  • esplosione di impianti domestici guasti;
  • scoppio per fuga di gas;
  • fulmini;
  • crollo;
  • scariche di corrente;
  • danni causati da fumo, gas e vapori.

Oltre a queste garanzie obbligatorie ce ne sono altre opzionali che coprono i danni da eventi atmosferici o da eventi sociopolitici (fumogeni, molotov, ecc.). Garanzie che possono essere valutate in base alla zona in cui si abita. Ad esempio, se si è in aperta campagna o in un paese in cui non ci sono mai delle manifestazioni o dei cortei, la copertura sugli eventi sociopolitici si rende obsoleta, mentre se la casa si trova nel centro di una grande città, vicino ad una sede sensibile come la Questura o un ministero, potrebbe essere opportuno inserire questo rischio nella polizza.

Prima di provvedere all’indennizzo, però, la compagnia assicurativa verifica le reali cause dell’evento che ha provocato il danno. Può capitare, infatti, che l’incendio sia stato provocato da una sigaretta spenta male o che lo scoppio sia stato causato da una caldaia malfunzionante sulla quale non è mai stato fatto un intervento di manutenzione. In questi casi, difficilmente si potrà ottenere il risarcimento.

Polizza danni da allagamento

Altro evento che può essere coperto all’interno di un’assicurazione sulla casa è quello causato dalla rottura accidentale di un tubo dell’acqua, in grado di provocare delle infiltrazioni nell’appartamento del vicino e di comportare, comunque, dei danni nella propria abitazione.

La polizza copre i danni da guasto o rottura degli impianti di riscaldamento e condizionamento, inclusa l’otturazione degli impianti per rigurgito della rete fognaria. La responsabilità civile tutela il proprietario della casa dai danni riportati dai vicini.

Polizza danni da eventi atmosferici

La polizza sugli eventi atmosferici, che oggi si rende particolarmente necessaria visti gli effetti dei cambiamenti climatici a cui siamo abituati, è un’altra proposta facoltativa di assicurazione sulla casa che copre i danni causati da:

  • trombe d’aria, cicloni, tifoni, uragani, vento molto forte e cose da esso trasportate;
  • fulmini;
  • caduta di sassi e frane;
  • carichi eccessivi di neve sul tetto;
  • canoni di affitto non versati in caso di inagibilità dell’immobile.

A queste garanzie possono essere aggiunte delle altre a copertura delle spese per:

  • danni da acqua piovana o da disgelo nelle grondaie otturate;
  • perdite di denaro o di beni nelle attività professionali;
  • danni alle tende da sole, alle vetrate, ai pannelli solari o fotovoltaici;
  • allagamenti.

Polizza responsabilità civile

Come per l’auto, anche l’assicurazione sulla casa ha una polizza sulla responsabilità civile per i danni causati a terzi. Di norma, ci sono due tipologie:

  • responsabilità civile vita privata: copre i danni involontariamente creati a terzi nell’ambito, appunto, della vita privata (il pallone del bambino contro il vetro del vicino, il cane che aggredisce il dirimpettaio, ecc.);
  • responsabilità civile fabbricato: copre i danni involontariamente causati a terzo come proprietario dell’immobile (la tegola che cade dal tetto addosso ad un’auto, il vaso di fiori che precipita dal balcone e fa male a un passante, ecc.).

Polizza furto

La polizza furto nell’ambito dell’assicurazione sulla casa consente di ottenere un rimborso in caso di intrusione dei ladri nell’immobile. Tuttavia, il risarcimento è garantito solo se l’abitazione presenta gli infissi rotti oppure se al proprietario o a un suo familiare convivente sono state sottratte le chiavi. Occorre, inoltre, la denuncia del furto alle forze dell’ordine.

La polizza copre il danno da furto di qualsiasi cosa si trovi all’interno della casa, dai mobili ai quadri, dai tappeti ai vestiti, cellulari, computer, macchine fotografiche, televisore, cibo, ecc.

Di norma, per il furto di gioielli, denaro contante o carte di credito o di debito occorre stipulare una polizza a parte, oppure inserire un’apposita clausola nella polizza furto (il che, ovviamente, aumenterà il valore del premio).

Da verificare anche l’eventuale mancata copertura in caso di furto in un’immobile in cui non si abita da un certo tempo (di solito, da più di 50 giorni). Può essere il caso della casa delle vacanze. In alcuni casi, inoltre, l’assicurazione risponde solo se sono stati installati dei sistemi di protezione della casa, come un impianto antifurto, delle grate alle finestre, ecc.

Polizza assistenza e tutela legale

Altra polizza legata all’assicurazione sulla casa che può rendersi utile in determinati casi è quella che prevede l’assistenza e la tutela legale.

La garanzia assistenza prevede la gestione mirata a risolvere determinati problemi legati alla casa. Ad esempio, reperire e inviare un elettricista in caso di guasto all’impianto elettrico, un falegname per sistemare la persiana rotta dai ladri, un idraulico in caso di rottura accidentale di una tubazione, ecc. La polizza copre fino ad una certa soglia stabilita le spese per l’uscita, la manodopera, il materiale e i pezzi di ricambio utilizzati.

La garanzia Tutela legale, invece, copre le spese sostenute per una controversia riguardante la casa: reati colposi, richieste di risarcimento, ecc. Restano escluse le liti per atto doloso dell’assicurato e per questioni inerenti il diritto di famiglia, le successioni e le liti tributarie e fiscali.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube