Diritto e Fisco | Articoli

Bonus assunzione donne disoccupate

12 Febbraio 2022 | Autore:
Bonus assunzione donne disoccupate

Incentivo per l’assunzione di lavoratrici prive di impiego regolarmente retribuito: è necessario lo stato di disoccupazione?

La legge Fornero di riforma del mercato del lavoro [1] ha introdotto nel nostro ordinamento il cosiddetto bonus assunzione donne disoccupate. Si tratta di un importante incentivo all’assunzione di lavoratrici, che è stato anche potenziato, per il biennio 2021- 2022, dalla precedente legge di bilancio [2]: il “potenziamento” consiste nella previsione di uno sgravio del 100% della contribuzione Inps a carico del datore di lavoro, compresi i premi Inail, sino a un tetto massimo di 6mila euro annui.

L’incentivo spetta a tutti i datori di lavoro privati in caso di assunzione con contratto a tempo indeterminato, sia full-time che part-time. Lo sgravio spetta, ma con una durata inferiore, anche per le assunzioni a termine, nonché per la trasformazione a tempo indeterminato di un precedente rapporto agevolato.

In caso di assunzione in somministrazione, l’incentivo spetta all’agenzia, anche nel caso in cui la lavoratrice non sia in missione e percepisca l’indennità di disponibilità.

Ci si domanda, però, se per fruire dell’incentivo la lavoratrice debba risultare in stato di disoccupazione, oppure se siano necessari ulteriori requisiti.

Durata bonus assunzione donne disoccupate

Ricordiamo innanzitutto che è possibile fruire dello sgravio per l’assunzione di donne disoccupate per una durata massima di:

  • 18 mesi in caso di assunzione a tempo indeterminato, o di trasformazione di un contratto da tempo determinato a indeterminato che intervenga entro i primi 12 mesi;
  • 12 mesi in caso di assunzione a termine o di proroga di un contratto a termine.

Beneficiarie bonus assunzione donne disoccupate

È possibile fruire dell’incentivo all’assunzione se la lavoratrice risulta:

  • priva di impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi e:
    • occupata in particolari settori o professioni indicati annualmente con decreto interministeriale, caratterizzati da un alto tasso di disparità media “uomo-donna”;
    • residente in determinate regioni considerate “aree svantaggiate“;
  • disoccupata da almeno 12 mesi;
  • priva di impiego regolarmente retribuito da almeno 24 mesi.

Donne prive di impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi

Qualora l’incentivo sia riconosciuto alla lavoratrice priva di impiego regolarmente retribuito, non è necessario il possesso dello stato di disoccupazione.

Il requisito della disoccupazione, in questo caso, prescinde dalla dichiarazione di assenza di lavoro rilasciata dal Centro per l’Impiego territorialmente competente, ma è sufficiente che l’interessata, nel periodo antecedente l’assunzione, non abbia svolto:

  • un’attività di lavoro subordinato di durata di almeno 6 mesi [3];
  • un’attività di lavoro autonomo dalla quale sia derivato un reddito superiore a 800 euro (soglia annuale esclusa da imposizione fiscale, in merito ai redditi di lavoro autonomo);
  • un’attività di lavoro parasubordinato dalla quale sia derivato un reddito superiore a 145 euro (soglia annuale esclusa da imposizione fiscale, in merito ai redditi di lavoro dipendente ed assimilati).

Donne disoccupate da almeno 12 mesi

L’incentivo spetta anche per l’assunzione di donne con:

  • almeno 50 anni di età;
  • disoccupate, con uno stato di inattività lavorativa di almeno 12 mesi (da almeno 13 mesi);
  • il cui stato di disoccupazione risulti dichiarato al Centro per l’Impiego competente per domicilio, con contestuale sottoscrizione della dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro (Did).

Donne prive di impiego regolarmente retribuito da almeno 24 mesi

L’incentivo all’assunzione può essere fruito anche per l’inserimento in azienda di donne senza limiti di età, prive di un lavoro regolarmente retribuito da almeno 24 mesi.

In questo caso, occorre soddisfare l’unico requisito della mancanza di impiego retribuito. Il requisito della mancanza di occupazione è lo stesso previsto per l’assenza di impiego retribuito da almeno 6 mesi.

Condizioni per fruire dello sgravio

Per beneficiare dell’incentivo all’assunzione di donne disoccupate:

  • il datore di lavoro deve rispettare i principi generali in materia di incentivi all’assunzione [4];
  • il datore di lavoro deve essere in possesso del Durc, il documento unico di regolarità contributiva, rispettare gli altri obblighi di legge in materia di lavoro e gli accordi e contratti collettivi nazionali nonché quelli regionali, territoriali o aziendali, se sottoscritti, stipulati dalle organizzazioni sindacali dei datori di lavoro e dei lavoratori comparativamente più rappresentative sul piano nazionale [5];
  • non è richiesta la conformità “de minimis”, ma l’assunzione deve comportare un incremento occupazionale netto;
  • l’esonero del 100% dalla contribuzione è anche subordinato all’autorizzazione della Commissione europea.

note

[1] Art.4, Co.8-11, L.92/2012

[2] Art. 1, Co. 16-19, L. 178/2020.

[3] Circ. Min. Lavoro n. 34 del 25/07/2013; Dm 17.10.2017.

[4] Sanciti dall’Art. 31 del D.lgs. 150/2015.

[5] Art. 1, Co. 1175, L. 296/2006.

Autore immagine: pixabay.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube