Diritto e Fisco | Articoli

Telelaser: quando impugnare la multa

22 Luglio 2014
Telelaser: quando impugnare la multa

Scontrino, fotografia, omologa, taratura, mal funzionamento: guida alle ipotesi in cui è possibile proporre ricorso al giudice di pace nel caso di multa per eccesso di velocità.

Per come si sono evolute le pronunce dei nostri giudici e la normativa vigente, si è ormai chiarito che molte delle eccezioni di invalidità, manifestate all’epoca dell’entrata in funzione del telelaser, sono state in realtà superate.

Infatti, non è richiesto alcun rilievo fotografico che documenti la vettura oggetto dell’accertamento; non è invalido il verbale neanche in caso di mancata indicazione del numero di matricola dello strumento materialmente usato dagli accertatori né l’omessa indicazione del Decreto Ministeriale di omologa (che ha, peraltro, durata ventennale).

Non esiste allo stato alcuna norma che obblighi o imponga alle amministrazioni la taratura periodica dello strumento telelaser (ma il discorso vale anche per gli autovelox).

Le uniche prescrizioni da osservare sono quelle riportate nei manuali di funzionamento che prevedono preventive operazioni di auto-test da effettuare prima dell’inizio del servizio.

Peraltro, ove il rilevamento elettronico sia influenzato da fattori esterni (come ad esempio un elemento che si frapponga tra lo strumento e la vettura) l’accertamento dà esito negativo e nel display compare la sigla che indica errore.

La recente tecnologia ha peraltro contribuito a superare alcune delle eccezioni solitamente motivo di ricorso giudiziale.

Infatti, accanto al telelaser LTI 20-20, è ormai in uso presso le forze di polizia stradale un nuovo sistema tecnicamente più avanzato denominato Micro-Digi Cam che unisce un dispositivo telelaser e un personal computer palmare a una fotocamera digitale.

Alla rilevazione della misurazione della velocità si aggiungono contemporaneamente una serie di rilievi fotografici che riprendono il veicolo man mano che questo si avvicina all’accertatore.

Il telelaser costituisce in sensore primario e determina la velocità del veicolo e la distanza alla quale la velocità è stata rilevata.

I dati relativi a velocità e distanza misurate sono trasmessi al pc palmare tramite la porta seriale del telelaser.

Il pc palmare riceve i dati seriali del telelaser, provoca la cattura dell’immagine del veicolo e in seguito riceve e immagazzina l’immagine inviata dalla fotocamera digitale.

La fotocamera digitale è ad alta velocità, completamente programmabile ed è interfacciata con il pc palmare. Produce un’immagine digitale e la scarica nel pc palmare.

In conclusione, le ipotesi di possibile accoglimento del ricorso per eccesso di velocità rilevata a mezzo telelaser, sembrerebbero ridursi ai seguenti casi:

1. mancata consegna dello scontrino che rileva la velocità o assoluta illeggibilità dello stesso;

2. i casi in cui si fornisca la prova che la rilevazione è stata influenzata dal passaggio di altro veicolo che può aver influenzato il rilevamento;

3. tutte le altre ipotesi tipiche in cui manca un elemento essenziale del verbale che ne inficia irrimediabilmente la sua validità (per esempio la firma del verbalizzante, o la data e l’ora);

4. le ipotesi di sussistenza di un’esimente (è il caso di chi corre in ospedale per salvare sé o altri da un pericolo imminente di vita).


note

Autore immagine: 123rf com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube