Business | Articoli

Cos’è l’avviamento di un’azienda e l’indennità di avviamento?

18 Giugno 2015
Cos’è l’avviamento di un’azienda e l’indennità di avviamento?

Attività commerciali, avviamento, locazione e affitto: criteri per calcolare l’avviamento e l’indennità.

A volte, acquistare un’azienda che, apparentemente può sembrare spoglia e non accattivante, può costare di più rispetto al negozio ampio e collocato su una pubblica via: la differenza di prezzo potrebbe essere motivata dalla qualità dell’azienda e dalle sue potenzialità a generare ricchezza per l’imprenditore: è ciò che si definisce avviamento.

L’avviamento è dunque la capacità di un’azienda a produrre profitti: tanto più la ditta è capace di generare un buon utile, tanto più si dice che ha un avviamento apprezzabile economicamente.

Tale idoneità può dipendere da elementi oggettivi e soggettivi.

È per esempio un elemento oggettivo, l’ubicazione di un negozio o di un bar davanti a una scuola, dove maggiori sono le possibilità di contatto con la clientela, oppure all’interno di una stazione ferroviaria o nel centro cittadino.

È invece un elemento soggettivo la particolare abilità dell’imprenditore. È evidente che questa abilità non è trasmissibile in caso di cessione. Tuttavia, per chi acquista l’azienda, è sempre molto importante poter contare su un’attività intorno alla quale ruotano già molti clienti affezionati.

Come si calcola il valore dell’avviamento?

L’avviamento si calcola operando una capitalizzazione del profitto: se l’impresa produce altri profitti, il valore dell’avviamento sarà elevato e nulla esclude che possa essere anche più elevato del valore complessivo dei beni aziendali. Se invece l’impresa produce bassi profitti, il valore dell’avviamento sarà proporzionalmente più basso.

Cos’è l’indennità di avviamento?

Cosa completamente diversa è l’indennità di avviamento. Essa spetta al conduttore di un immobile alla cessazione del contratto di affitto ad uso commerciale. È necessario però che l’attività svolta dall’inquilino comporti contatti diretti con il pubblico di utenti e consumatori.

Il diritto all’indennità per la perdita dell’avviamento commerciale spetta (salvo che la cessazione del rapporto di locazione sia stata dovuta a “risoluzione per inadempimento o a disdetta o recesso del conduttore o per suo fallimento) automaticamente ed in misura prestabilita alla cessazione del contratto di locazione di immobile adibito ad uso diverso da quello di abitazione, senza che sia necessario che, in concreto, sussista davvero un avviamento e la sua perdita e senza che rilevi la circostanza che il conduttore, successivamente alla disdetta del contratto, abbia cessato di svolgere ogni attività nell’immobile locato prima della cessazione del rapporto.

Insomma, il diritto del conduttore di un immobile locato per uso non abitativo alla indennità per la perdita dell’avviamento compete indipendentemente dalla prova in concreto dell’avviamento e della perdita, avendo il legislatore stabilito l’obbligo di corresponsione della indennità al conduttore in ogni caso.

L’indennità di avviamento consiste in una cifra pari a 18 mensilità dell’ultimo canone di locazione corrisposto.

Se il contratto si risolve per morosità (cioè inadempimento) del conduttore, non è dovuta l’indennità di avviamento. In ogni caso, il locatore che voglia evitare il rinnovo automatico del contratto è tenuto ad inviare disdetta con conseguente obbligo di versamento in favore del conduttore dell’indennità di avviamento.

Viceversa, se a disdire il contratto è il proprietario del locale, quest’ultimo è tenuto a corrispondere l’indennità di avviamento.


note

Autore immagine: 123rf com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube