Diritto e Fisco | Articoli

Gratuito patrocinio: reato se variano anche i redditi di familiari e conviventi

10 Luglio 2014
Gratuito patrocinio: reato se variano anche i redditi di familiari e conviventi

Beneficio del patrocinio a spese dello Stato: occhio ai mutamenti del tenore di vita anche degli altri componenti del nucleo familiare.

È ormai noto che, chiunque voglia beneficiare del patrocinio a spese dello Stato – e, quindi, di un avvocato “gratis” pagato dall’erario – deve possedere un reddito che, sommato a quello degli altri familiari conviventi, non deve essere superiore a 10.766,33 euro.

Ovviamente ogni variazione di tale reddito (o meglio, ogni aumento), intervenuta durante la causa, che potrebbe far venire meno il beneficio in commento, deve essere comunicata affinché il gratuito patrocinio sia revocato. Diversamente scatta il reato.

Ma non basta. Secondo una recente sentenza della Corte di Appello di Trento [1], è punibile colui che, dopo aver ottenuto l’ammissione al gratuito patrocinio a spese dello Stato sulla base del basso reddito a disposizione, omette di comunicare le variazioni rilevanti del reddito non solo proprio, ma anche di altri soggetti a lui legati da vincoli, anche non necessariamente familiari, con i quali abbia una comunanza di vita. Tali altri redditi concorrono infatti a determinare il reddito familiare a disposizione del richiedente il beneficio del patrocinio a spese dello Stato.


note

[1] C. App. Trento, sent. n. 6/2014.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube