Diritto e Fisco | Articoli

Categorie catastali: l’elenco completo

1 Dicembre 2021 | Autore:
Categorie catastali: l’elenco completo

Come vengono classificati gli immobili a seconda delle caratteristiche e della loro destinazione d’uso: un dato importante per sapere come vengono tassati.

Ogni immobile ha la propria destinazione d’uso e questa deve risultare al catasto, cioè nell’archivio in cui sono registrate tutte le proprietà immobiliari che si trovano in un Comune o in una provincia, con l’indicazione dei proprietari. In base alla loro destinazione d’uso e alle loro caratteristiche vengono classificate nelle cosiddette «categorie catastali».

Sapere a quale categoria catastale appartiene il proprio immobile è fondamentale per conoscere anche la sua rendita, elemento necessario per il calcolo del pagamento dell’Imu. La categoria catastale indica, quindi, oltre alla destinazione d’uso di un immobile anche la sua tassazione.

Queste categorie sono contraddistinte da una lettera ed un numero divisi da uno slash, cioè da una barra (/). Sono contenute in gruppi, a seconda del tipo di immobile o di terreno, dalla A alla F. Vediamo quali sono le categorie catastali e che cosa indicano.

Categorie catastali per destinazione e tipologia

Possiamo fare due prime classificazioni delle categorie catastali. La prima riguarda il tipo di destinazione, cioè:

  • gruppi A, B e C: immobili a destinazione ordinaria;
  • gruppo D: immobili a destinazione speciale;
  • gruppo E: immobili a destinazione particolare;
  • gruppo F: entità urbane.

Oppure, possiamo distinguerle per singoli gruppi in modo da scoprire a quale tipologia di immobile si riferisce ciascun gruppo. In questo caso, dunque, troviamo:

  • gruppo A: alloggi e uffici privati;
  • gruppo B: scuole, ospedali, uffici pubblici;
  • gruppo C: attività commerciali o artigianali appartenenti a privati;
  • gruppo D: stabilimenti industriali, alberghi, teatro, cinema;
  • gruppo E: aeroporti, stazioni ferroviarie o di autobus, porti, edicole, chiese;
  • gruppo F: lastrici solari, edifici non abitabili o non agibili.

A loro volta, ciascuno di questi gruppi si compone di più categorie catastali. Vediamole nel dettaglio così come le definisce il catasto.

Categorie catastali del gruppo A

A questo gruppo appartengono le seguenti categorie catastali:

  • A/1: abitazioni di tipo signorile, un tempo nobiliari, con particolari rifiniture pregiate anche a carattere storico. Coefficiente per il calcolo valore ai fini IMU: 168;
  • A/2: abitazioni di tipo civile. Si tratta delle normali abitazioni, con rifiniture semplici di impianti e servizi. Coefficiente per il calcolo valore ai fini IMU: 168;
  • A/3: abitazioni di tipo economico. Fabbricati realizzati con caratteristiche e rifiniture economiche sia nei materiali utilizzati che per gli impianti tecnologici ma principalmente di dimensioni contenuti rispetto al territorio di cui fanno parte. Coefficiente per il calcolo valore ai fini IMU: 168;
  • A/4: abitazioni di tipo popolare. Abitazioni molto modeste, nelle rifiniture, nei materiali di costruzione e con impianti limitati. Coefficiente per il calcolo valore ai fini IMU: 168;
  • A/5: abitazioni di tipo ultrapopolare. Abitazione facenti parte di fabbricati di basso livello, privi di impianti, servizi igienici. Questa categoria è ormai in disuso, è presente solo su vecchi classamenti del catasto. Coefficiente per il calcolo valore ai fini IMU: 168;
  • A/6: abitazioni di tipo rurale. Abitazione a servizio delle attività agricole. Coefficiente per il calcolo valore ai fini IMU: 168;
  • A/7: abitazioni in villini. Sono abitazioni con un minimo di verde o cortile privato o comune, possono essere sia singole, che a schiera oppure a piani. Coefficiente per il calcolo valore ai fini IMU: 168;
  • A/8: abitazioni in ville. Abitazione di pregio con rifiniture di alto livello con grandi giardini o parchi a servizio esclusivo. Coefficiente per il calcolo valore ai fini IMU: 168;
  • A/9: castelli, palazzi di eminenti pregi storici o artistici. Antiche strutture con importanti riferimenti storici. Coefficiente per il calcolo valore ai fini IMU: 168;
  • A/10: studi e uffici privati. Unità immobiliari destinati ad attività professionali. Coefficiente per il calcolo valore ai fini IMU: 84.
  • A/11: alloggi e abitazioni tipiche dei luoghi. Sono case tipiche che per la loro forma e struttura individuano il luogo dove si trovano, ricordiamo i trulli, i sassi o i rifugi di montagna. Coefficiente per il calcolo valore ai fini IMU: 168.

Categorie catastali del gruppo B

A questo gruppo appartengono le seguenti categorie catastali:

  • B/1: collegi, orfanotrofi, conventi, seminari, ricoveri, ospizi, caserme;
  • B/2: ospedali e case di cura senza fine di lucro;
  • B/3: riformatori e prigioni;
  • B/4: uffici pubblici;
  • B/5: laboratori scientifici e scuole;
  • B/6: accademie, gallerie, musei, pinacoteche, biblioteche che non hanno sede in edifici appartenenti alla categoria A/9);
  • B/7: oratori e cappelle non destinate all’esercizio pubblico del culto;
  • B/8: magazzini sotterranei per depositi di derrate.

Tutte queste categorie sono esenti da Imu.

Categorie catastali del gruppo C

A questo gruppo appartengono le seguenti categorie catastali:

  • C/1: locali commerciali per vendita o rivendita di prodotti. Coefficiente per il calcolo valore ai fini Imu: 57,75;
  • C/2: locali di deposito e magazzini utilizzati per il deposito di merci, locali di sgombero, sottotetti. Coefficiente per il calcolo valore ai fini Imu: 168;
  • C/3: laboratori per arti e mestieri destinati all’esercizio della professione di artigiano per servizi, realizzazione o trasformazioni dei prodotti. Coefficiente per il calcolo valore ai fini Imu: 168;
  • C/4: locali e fabbricati per esercizi sportivi senza fine di lucro. Coefficiente per il calcolo valore ai fini Imu: 168;
  • C/5: stabilimenti di acque curative e balneari senza fine di lucro. Coefficiente per il calcolo valore ai fini Imu: 168;
  • C/6: autorimesse, rimesse, scuderie e stalle senza fine di lucro: garage, box auto o posti macchina, stalle e scuderie. Coefficiente per il calcolo valore ai fini Imu: 168;
  • C/7: tettoie aperte o chiuse. Qualsiasi struttura associata a gazebo. Coefficiente per il calcolo valore ai fini Imu: 168.

Categorie catastali del gruppo D

A questo gruppo appartengono le seguenti categorie catastali:

  • D/1: Opifici: capannone, fabbrica, struttura dove viene lavorata e trasformata la materia prima;
  • D/2: alberghi con fine di lucro e strutture ricettive a pagamento;
  • D/3: sale per spettacoli e concerti, cinematografi e teatri con fine di lucro;
  • D/4: ospedali e case di cura con fine di lucro;
  • D/5: istituti di assicurazione, cambio o credito con fine di lucro: banche e assicurazioni private;
  • D/6: locali e fabbricati per esercizi sportivi con fine di lucro;
  • D/7: fabbricati costruiti o adattati per le speciali esigenze di un’attività industriale e non suscettibili di destinazione diversa senza radicali trasformazioni, come ad esempio i distributori di carburante;
  • D/8: fabbricati costituiti o adattati per le speciali esigenze di un’attività commerciale e non suscettibili di destinazione diversa senza radicali trasformazioni, come i centri commerciali;
  • D/9: edifici sospesi o galleggianti assicurati a punti fissi del suolo, ponti privati a pedaggio;
  • D/10: fabbricati rurali.

Tutte queste categorie hanno il coefficiente 84 per il calcolo valore ai fini Imu.

Categorie catastali del gruppo E

A questo gruppo appartengono le seguenti categorie catastali:

  • E/1: stazioni per servizi aerei, marittimi, terrestri e di trasporto;
  • E/2: ponti comunali e provinciali a pedaggio;
  • E/3: fabbricati e costruzioni per esigenze pubbliche speciali, come chioschi ed edicole;
  • E/4: recinti chiusi per esigenze pubbliche speciali, come ad esempio un mercato;
  • E/5: fabbricati costituenti fortificazioni e loro dipendenze;
  • E/6: torri, semafori e fari per rendere d’uso pubblico l’orologio comunale;
  • E/7: fabbricati destinati all’esercizio pubblico dei culti, come chiese e cattedrali;
  • E/8: costruzioni e fabbricati nei cimiteri, esclusi i sepolcri, i colombari e le tombe di famiglia;
  • E/9: edifici a destinazione particolare non compresi nelle categorie precedenti del gruppo E.

Tutte queste categorie sono esenti dall’Imu.

Categorie catastali del gruppo F

A questo gruppo appartengono le seguenti categorie catastali:

  • F/1: aree urbane: aree o corti a piano terra di fabbricati già accatastati all’urbano;
  • F/2: unità collabenti: fabbricati diruti, con tetto crollato e inutilizzabili;
  • F/3: unità in corso di costruzione;
  • F/4: unità in corso di definizione nella consistenza e nella destinazione d’uso;
  • F/5: lastrici solari: terrazze e aree libere sopra unità immobiliari preesistenti;
  • F/6: edificio in attesa di dichiarazione;
  • F/7: infrastrutture di reti pubbliche di comunicazione.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube