Business | Articoli

Durc online: modalità operative

22 Giugno 2015
Durc online: modalità operative

Aggiornata la procedura per il rilascio e la validità del Durc che, da luglio, avverrà online, tramite internet: il certificato di regolarità contributiva avrà valore per 120 giorni.

Dal 1° luglio 2015 il Durc diventa online: in questi giorni è stato pubblicato il decreto interministeriale in materia di documento unico di regolarità contributiva (Durc) online [1]. Grazie alla nuova procedura – che, come detto, sarà operativa a partire dal 1° luglio 2015 – basterà un semplice clic per ottenere, in tempo reale, una certificazione di regolarità contributiva. La certificazione avrà una validità per 120 giorni e potrà essere utilizzata per ogni finalità richiesta dalla legge (erogazione di sovvenzioni, contributi eccetera, nell’ambito delle procedure di appalto e nei lavori privati dell’edilizia, rilascio attestazione Soa) senza bisogno di richiederne ogni volta una nuova nuova.

Sarà inoltre possibile utilizzare un Durc ancora valido, sebbene richiesto da altri soggetti, scaricabile liberamente da internet.

Il documento generato dall’esito positivo della verifica sostituisce a ogni effetto il Durc previsto per l’erogazione di sovvenzioni, contributi, sussidi, ausili finanziari e vantaggi economici, di qualunque genere; nell’ambito delle procedure di appalto di opere, servizi e forniture pubblici e nei lavori privati dell’edilizia; per il rilascio dell’attestazione Soa.

La verifica della regolarità in tempo reale riguarda i pagamenti dovuti dall’impresa in relazione ai lavoratori subordinati e a quelli impiegati con contratto di collaborazione coordinata e continuativa, che operano nell’impresa stessa; dai lavoratori autonomi, scaduti fino all’ultimo giorno del secondo mese antecedente a quello in cui la verifica è effettuata, a condizione che sia scaduto anche il termine di presentazione delle relative denunce retributive.

Qualora non sia possibile attestare la regolarità contributiva in tempo reale, l’Inps, l’Inail e le Casse edili trasmettono, tramite Pec (posta elettroica certificata), all’interessato o al soggetto da esso delegato l’invito a regolarizzare con indicazione analitica delle cause di irregolarità rilevate da ciascuno degli enti tenuti al controllo. L’interessato può regolarizzare la propria posizione entro un termine non superiore a 15 giorni dalla notifica dell’invito.

L’esito positivo della verifica di regolarità genera un documento in formato “pdf”, contenente: i dati essenziali del soggetto verificato; la dichiarazione di regolarità; il numero identificativo, la data di effettuazione della verifica e quella di scadenza di validità del documento. Il documento ha validità di 120 giorni dalla data di effettuazione della verifica ed è liberamente consultabile tramite le applicazioni predisposte dall’Inps, dall’Inail e dalla commissione nazionale paritetica per le Casse edili (Cnce) nei rispettivi siti internet.


note

[1] Ministeri Lavoro – Economia – Semplificazione, decreto 30.01.2015.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube