Diritto e Fisco | Articoli

Chi è sanzionato per omesso pagamento degli oneri di urbanizzazione?

26 Dicembre 2021
Chi è sanzionato per omesso pagamento degli oneri di urbanizzazione?

Il Comune ha sanzionato il precedente proprietario per omesso versamento degli oneri di urbanizzazione. E’ giusto?

Il Consiglio di Stato (sezione V, sentenza n. 2.037 del 2011) ha chiarito che le obbligazioni per il pagamento delle sanzioni per ritardato pagamento degli oneri di urbanizzazione e del costo di costruzione vanno qualificate come obbligazioni propter rem e sono quindi da porsi a carico del soggetto che, in un determinato momento, è il titolare del diritto reale sull’immobile (cioè il proprietario).

Per il Consiglio di Stato quindi il soggetto obbligato al pagamento delle sanzioni è quindi colui il quale è attualmente titolare di un diritto reale su un determinato bene (cioè obbligato è l’attuale proprietario dell’immobile a cui si riferiscono gli oneri di urbanizzazione il cui ritardato pagamento ha comportato l’irrogazione delle sanzioni).

Questo vuol dire, sempre secondo il Consiglio di Stato, che:

  • l’obbligo di pagare le sanzioni per il tardivo pagamento degli oneri di urbanizzazione si trasferisce nel momento in cui viene eventualmente ceduta la proprietà del bene.

Ovviamente se vi erano accordi privati che ponevano l’onere del pagamento di queste sanzioni in capo ad un determinato soggetto (ad esempio il venditore e precedente titolare del permesso di costruire), chi avrà pagato al Comune potrà poi agire nei confronti di quel soggetto per ottenere da lui il rimborso dell’importo che si era contrattualmente obbligato a sostenere (tenendo indenni altri).

Per quanto riguarda la mancata preventiva escussione della polizza fideiussoria, la giurisprudenza amministrativa ha chiarito (sentenza del Tar Veneto, n. 1.332 del 2014 e sentenza del Consiglio di Stato, sez. V, n. 2.261 del 30 aprile 2014) che il Comune non è obbligato, in caso di ritardo nel pagamento degli oneri di urbanizzazione, a chiedere l’adempimento al fideiussore prima di poter irrogare le sanzioni per omesso o ritardato pagamento dei contributi concessori, salva l’esistenza di apposita clausola in tal senso.

Dunque, se nella polizza relativa al suo caso non vi era un’apposita clausola che obbligava il Comune a chiedere il pagamento prima al fideiussore, allora il Comune lecitamente poteva e può richiedere l’integrale pagamento delle sanzioni al soggetto obbligato (cioè il soggetto attualmente titolare del diritto reale sull’immobile).

Articolo tratto dalla consulenza resa dall’avv. Angelo Forte



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube