Diritto e Fisco | Articoli

Volo aereo: se perdi la valigia

14 Luglio 2014
Volo aereo: se perdi la valigia

Bagagli smarriti: all’ufficio Lost and Found, presente in ogni aeroporto, si avviano le pratiche; risarcimenti fino a 1170 euro a bagaglio.

Che fine ha fatto la valigia? Che succede se, una volta arrivati, non si vede comparire il proprio bagaglio sul nastro trasportatore?

Bisogna andare all’ufficio Lost and found dell’aeroporto e denunciare lo smarrimento, compilando il modulo di reclamo PIR (Property irregularity report), dove vi verrà chiesto di descrivere il bagaglio (dimensioni, colore, modello…).

Sulla copia del modulo che resta a voi troverete il numero da conta­ttare per avere informazioni nei giorni successivi in merito al recupero del bagaglio.

Se la compagnia utilizza il sistema di tracciamento World Tracer (trovate una lista delle compagnie a questo indirizzo: www. worldtracer.aero/members), potrete avere informazioni sul destino della vostra valigia anche tramite il sito dell’aeroporto oppure quello della compagnia.

Se dopo 21 giorni il bagaglio non si trova, viene considerato ufficialmente perso e, a meno che la compagnia non dimostri una negligenza da parte del passeggero, dovrete essere indennizzati fino a un massimo di 1.170 euro a bagaglio, in relazione al danno effettivamente subìto.

Per chiedere il risarcimento occorre presentare un reclamo scri­tto con raccomandata a.r., nel quale documenterete i danni subìti, una lista dettagliata degli articoli andati perduti, copia del biglietto e dello scontrino del bagaglio, copia del modulo di denuncia dello smarrimento.

Se la compagnia aerea non accoglie la vostra richiesta, potete rivolgervi al Giudice di pace, che è competente per le cause fino a 5.000 euro di valore.


note

Autore immagine: 123rf com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube