Bollette luce e gas: si potranno pagare a rate

17 Dicembre 2021 | Autore:
Bollette luce e gas: si potranno pagare a rate

Emendamento del Governo alla manovra per consentire un piano di rateizzazione in dieci mesi senza interessi. Tagli a Iva e oneri sul gas.

La «stangata energetica» sarà più comoda. Il Governo ha deciso di inserire un emendamento alla manovra 2022 grazie al quale le bollette di luce e gas si potranno pagare a rate. La misura non diventa strutturale, nel senso che non sarà così per sempre, ma riguarda le fatture in arrivo da gennaio ad aprile 2022, sulle quali – come avvertito dall’Arera, l’Autorità del settore energetico – si prevede un notevole rincaro.

Nello specifico, l’emendamento consente di pagare le bollette di luce e gas in dieci rate qualora i clienti domestici non riuscissero a far fronte alla spesa in una soluzione unica. Le compagnie energetiche saranno tenute, in caso di inadempienza da parte dell’utente, a proporre un piano di rateizzazione senza interessi. Significa che si pagherà in dieci mensilità l’importo riportato in fattura.

A cascata, l’Arera dovrà anticipare alle compagnie i soldi necessari a compensare i pagamenti rateali e le modalità con cui le stesse imprese dovranno restituirli. A tal fine, l’Autorità avrà a disposizione 1 miliardo di euro erogato dallo Stato. Gli anticipi verranno recuperati dalla Cassa per i servizi energetici per il 70% nel 2022 e per il 30% nel 2023.

Non solo rate, però: per contrastare il caro bollette il Governo ha previsto altre misure, riguardanti sempre il primo quadrimestre del 2022. Per quanto riguarda la fattura del gas, sono stati disposti il taglio dell’Iva del 5% e l’azzeramento degli oneri di sistema. Dalla bolletta della luce, invece, dovrebbero sparire altri oneri definiti impropri. Gli sconti più significativi dovrebbero interessare le famiglie con un Isee non superiore a 8.264 euro.

Qualche settimane fa, era stata la stessa Arera a mettere le mani avanti su quello che poteva succedere nei primi mesi del 2022. Parlando davanti alla X Commissione Attività produttive della Camera, il presidente dell’Autorità, Stefano Besseghini, aveva avvisato: «Se non ci saranno nuovi correttivi da parte del Governo, nuovi rincari si profilano in arrivo nel primo quadrimestre 2022».



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube