Covid: arriva il vaccino per i non vaccinati

22 Dicembre 2021 | Autore:
Covid: arriva il vaccino per i non vaccinati

Si chiama Novavax il nuovo prodotto in attesa dell’approvazione Aifa: è consigliato per le prime dosi, non per i richiami. Sarà disponibile a gennaio.

Adesso, i no vax hanno un nemico in più, o per meglio dire, un’opportunità che potrebbe far breccia nelle loro convinzioni: dopo gli ormai tradizionali vaccini Pfizer, Moderna, AstraZeneca e Johnson & Johnson, un altro prodotto si aggiunge alla lista ufficiale. Si chiama Novavax, e la novità sta nel fatto che è un vaccino ideale per i non vaccinati: le sue proprietà favorevoli potrebbero convincere i più riluttanti a ricevere la somministrazione.

L’Aifa, Agenzia italiana del farmaco, si prepara ad autorizzare Novavax anche in Italia dopo il via libera già ottenuto dall’Ema, che nei giorni scorsi lo ha approvato a livello europeo. Il via libera definitivo è atteso nelle prossime ore. Il livello di protezione contro l’infezione sintomatica è stato stimato all’89% ed oltre. «È un’arma potente contro il Covid-19, è sicuro ed è efficace», ha annunciato il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri.

Secondo i virologi, il punto di forza di Novavax sta nel fatto che è un vaccino «a base proteica», e non “genica”, come ha spiegato all’Adnkronos Salute l’esperto Silvio Garattini. Novavax ha un «diverso meccanismo di azione», rispetto ai vaccini già esistenti: «non si basa sull’mRna ma sulle proteine, che, una volta legate alle cellule dell’organismo, permettono di sviluppare una risposta immunitaria». Si tratta di un sistema biochimico analogo a quello utilizzato da tempo per i vaccini contro l’epatite B e il papilloma virus. Questa tecnologia più tradizionale sembra rassicurante e potrebbe convincere molti dei 6 milioni di italiani ancora scettici ed esitanti a vaccinarsi contro il Covid-19.

Dopo l’approvazione dell’Aifa, Novavax – che prenderà il nome commerciale di Nuvaxovid – potrà essere distribuito a partire da gennaio 2022 e, stando a quanto anticipa il quotidiano Il Sole 24 Ore, le prime dosi di fiale – all’Italia ne spettano 3,6 milioni – saranno riservate a chi non si è ancora vaccinato; quindi, non verrà utilizzato per i richiami di chi ha già ricevuto precedenti dosi degli altri vaccini.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube