Diritto e Fisco | Articoli

Gli sconti sui treni di questa estate per chi vuol viaggiare

21 Luglio 2014
Gli sconti sui treni di questa estate per chi vuol viaggiare

Trenitalia e Italo offrono agevolazioni per nuclei, viaggi in giornata o abbinati ad altri servizi.

Chi sta programmando le vacanze ora, si assicuri un buon posto in treno: quest’anno i due big player, Trenitalia e Italo, si sfidano a colpi di sconti e agevolazioni. Italo sfoggia per l’estate due novità importanti: l’accordo con Booking.com e, per chi va a Roma, l’arrivo di alcuni treni anche nella centralissima stazione Termini, oltre a Tiburtina.

Trenitalia ha appena comunicato una promozione per chi va in Francia: il 50% di sconto sul biglietto Frecciarossa, Frecciargento e Frecciabianca, per raggiungere una delle stazioni di partenza del treno Thello, che collega Venezia, Padova, Vicenza, Verona, Brescia e Milano con Digione e Parigi.

Famiglia e viaggi brevi

Le tariffe «Bimbi gratis» di Trenitalia e «Italo famiglia» si assomigliano: in un gruppo con genitori e figli (massimo cinque persone) i ragazzi sotto i 15 anni viaggiano gratis. Con Italo c’è anche uno sconto del 15% sulla tariffa base per gli adulti. Con entrambi, sconti per gli studenti in possesso della carta Io Studio, riduzioni agli over 65 (20% Trenitalia, 10% Italo) e, sul Frecciarossa, uno sconto ordinario del 20 per cento per tutti gli under 20.

Tra le formule più pubblicizzate, quelle per i trasferimenti in giornata o per il weekend. Con Trenitalia, su Frecciarossa, bianca e argento (ma non sui regionali) prezzi di andata e ritorno a partire da 69 euro per chi parte il sabato e torna la domenica. Italo, invece, propone «Vado e torno», con sconti rispetto al tariffa base per chi si sposta in giornata.

Grazie a una convenzione con la catena Starhotels, chi viaggia su Italo può anche prenotare una stanza con uso giornaliero presso un hotel della catena: si va dai 65 euro del Terminus di Napoli ai 155 euro dello Splendid di Venezia.

 

Treno più hotel o più aereo e nave

I vettori ferroviari, ormai, vogliono essere operatori turistici a 360 gradi. La grande novità dell’estate è l’accordo fra Italo e il sito Booking.com, con cui prenotare lo spostamento in treno dopo aver scelto l’albergo in una delle città raggiunte dall’alta velocità. Trenitalia ha già da tempo in vigore un accordo simile con un altro portale, Hrs (www.trenitaliahotels.com).

Numerosi gli accordi commerciali anche con vettori aerei che consentono di ottenere tariffe scontate. L’ultimo accordo siglato è quello fra Trenitalia e Air Canada, che il 19 giugno scorso ha inaugurato nuovi voli su Toronto.

Ci sono prezzi dedicati per i passeggeri che raggiungono in treno Roma-Fiumicino, Milano Malpensa o l’aeroporto di Venezia. Trenitalia ha in vigore accordi con le principali compagnie internazionali, da Turkish a Emirates. Italo, grazie a una convenzione con Cathay Pacific, permette di viaggiare gratis da Torino, Bologna o Firenze fino a Milano Porta Garibaldi (per partenze da Malpensa) e gratis da Napoli, Salerno o Firenze verso Roma per Fiumicino. Per entrambe le compagnie, queste agevolazioni vanno prenotate via call center o in agenzia viaggi, non da Internet. Sconti simili sono proposti anche per le combinazioni treno + nave. Trenitalia ha accordi con Snav, Grandi Navi veloci, Venezia Lines, Adria Ferries e Royal Caribbean, Italo con Snav.

 

Diritti

Attenzione però al famigerato asterisco “valido fino a esaurimento posti”: solo una porzione dei posti disponibili è venduta con lo sconto. E in caso di problemi? Le compagnie devono rispettare il Dlgs 70/2014, che ha recepito il regolamento comunitario sui diritti dei passeggeri a ricevere assistenza e alternative in caso di ritardi o cancellazioni dei treni. Sono previsti rimborsi per ritardi superiori ai 60 minuti: 25 per cento del prezzo del biglietto (da 60 a 119 minuti) e il 50 per cento oltre le due ore.


note

Autore immagine: 123 rf com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube