Diritto e Fisco | Articoli

È reato quando un testimone si rifiuta di deporre?

19 Aprile 2022 | Autore:
È reato quando un testimone si rifiuta di deporre?

Com’è punita la reticenza del teste? Quando viene disposto l’accompagnamento coattivo? Quando si integra il reato di falsa testimonianza?

Mentre ti trovi in strada a fare due passi per conto tuo assisti per caso a una violenta discussione tra alcuni uomini, terminata con un pugno sferrato in pieno viso a uno dei litiganti. Non c’entri nulla con quanto è successo, eppure la polizia, intervenuta prontamente, potrebbe coinvolgerti come testimone oculare della vicenda. Facciamo un altro esempio. Mentre sei fermo al semaforo rosso, il veicolo che sta dietro di te ti sorpassa e investe uno dei pedoni. Anche in questo caso, pur avendo rispettato ogni regola, potresti essere coinvolto nel processo contro il pirata della strada. E infatti, puntualmente, dopo un po’ di tempo ti arriva l’atto con cui il pubblico ministero (o l’avvocato, nel caso di processo civile) ti convoca in tribunale come testimone. Non hai proprio voglia di andarci, e allora cerchi in rete il seguente quesito: è reato quando un testimone si rifiuta di deporre?

La domanda è più che legittima. Sai bene che mentire al giudice è un reato (la famosa falsa testimonianza); ma cosa succede se non ti presenti affatto al banco dei testimoni? Si tratta di una condotta ugualmente illegale? È reato quando un testimone si rifiuta di deporre? Se cerchi la risposta a questa domanda, sei nel posto giusto. Prenditi cinque minuti di tempo per proseguire nella lettura.

Il testimone è obbligato a deporre?

La legge non lascia scelta al testimone: se citato a comparire davanti al giudice per rendere la propria deposizione, non può sottrarsi.

Questo significa che, anche se non c’entri nulla con i fatti di causa (ad esempio, con la rissa o con il sinistro stradale a cui hai assistito per puro caso), puoi essere convocato in giudizio per deporre in qualità di testimone.

Cosa succede se il testimone non si presenta per deporre in giudizio?

Se il testimone citato in giudizio non si presenta per deporre, il giudice può disporre il suo accompagnamento coattivo. Cosa significa? Vuol dire che la persona che non vuole testimoniare può essere prelevata con la forza dalla polizia e condotta in udienza.

In genere, se il testimone è assente ingiustificato dopo la prima convocazione, il giudice lo ammenda e lo cita nuovamente con obbligo di indispensabilità. Se anche alla seconda convocazione non dovesse comparire, allora il giudice disporrà l’accompagnamento coattivo a nuova udienza.

Il testimone che si oppone con la violenza alla polizia o ai carabinieri che intendono portarlo in giudizio commette il reato di resistenza a pubblico ufficiale.

Quando c’è falsa testimonianza?

Il reato di falsa testimonianza presuppone che il testimone, spontaneamente o accompagnato con la forza, sia presente in udienza, seduto al banco dei testimoni.

Per legge (art. 372 cod. pen.) commette falsa testimonianza non soltanto colui che mente spudoratamente, ma anche chi nega un fatto realmente accaduto oppure semplicemente rifiuta di esporre la verità, restando in silenzio (si parla in questo caso di reticenza).

Dunque, commette il reato di falsa testimonianza colui che, chiamato a deporre come testimone:

  • afferma il falso («Ho visto Mevio entrare nell’appartamento di Sempronio», ma in realtà il teste sa che non si trattava di Mevio);
  • nega il vero («Non ho visto nulla perché non ero presente», quando la verità è esattamente l’opposto);
  • tace («Non so, non ricordo», mentre invece il teste sa tutto).

È reato se un testimone si rifiuta di deporre?

Siamo pronti ora a rispondere alla domanda di fondo di questo articolo. È reato quando un testimone si rifiuta di deporre? Sì, lo è.

Come visto nel precedente paragrafo, la falsa testimonianza non scatta solo in presenza del teste falso o menzognero, ma anche di quello reticente, cioè che tace su circostanze che conosce e che gli sono chieste in giudizio.

Dunque, commette falsa testimonianza il teste che, mentendo, dichiara di non aver visto nulla, oppure che fa scena muta davanti al giudice.

Va precisato, però, che non tutte le bugie rese dal testimone integrano il reato di falsa testimonianza: secondo la giurisprudenza, le dichiarazioni false o reticenti devono essere pertinenti con l’oggetto del procedimento, cioè con i fatti che riguardano il giudizio.

Esiste anche un altro caso in cui il testimone, pur non raccontando la verità, non commette reato: si tratta dell’ipotesi in cui il testimone non sappia di deporre il falso. La falsa testimonianza è infatti punita a titolo di dolo: è pertanto necessaria la volontà precisa di mentire.

Dunque, il teste che riferisce il falso credendo di dire il vero, non commette falsa testimonianza, in quanto non ha l’intenzione di mentire.

Tirando le fila di quanto detto sinora, possiamo così concludere:

  • il teste che si rifiuta di deporre non presentandosi in udienza nonostante sia stato regolarmente citato, può essere costretto con la forza a comparire quando il giudice dispone l’accompagnamento coattivo;
  • il teste che si rifiuta di deporre in udienza (civile o penale che sia) commette il reato di falsa testimonianza.

Da tanto si evince che una cosa è il rifiuto a comparire, a cui si pone rimedio con l’accompagnamento coattivo, altra cosa è il rifiuto di deporre, che costituisce reato di falsa testimonianza.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube