Questo sito contribuisce alla audience di
 
Business | Articoli

Durc online

6 Luglio 2015


Durc online

> Business Pubblicato il 6 Luglio 2015



Regolarità contributiva: richiesta, termini e condizioni; nel nuovo sistema del Durc online non è prevista la regola del silenzio assenso.

È partito il Durc online dal 1° luglio scorso: con una recente circolare, l’Inps ha illustrato le caratteristiche principali. Il nuovo sistema di verifica è stato progettato per consentire di fornire al richiedente una risposta in tempo reale in ordine alla regolarità contributiva; se il controllo nelle singole Gestioni di pertinenza degli Enti coinvolti nella verifica non consente di proporre un esito di regolarità, la procedura fornirà a video l’informazione che sono in corso verifiche e che la disponibilità dell’esito sarà comunicata all’indirizzo Pec registrato dal richiedente nel sistema nella fase di accesso alla Procedura Durc online.

L’esito di irregolarità del Durc online ha effetto per tutte le interrogazioni che sono effettuate durante il termine di 15 giorni assegnato per la regolarizzazione e comunque per tutte quelle intervenute prima della definizione dell’esito della verifica che comunque non può essere superiore a 30 giorni dalla prima richiesta. Infatti, l’intero procedimento di regolarizzazione dovrà concludersi prima di 30 giorni dalla richiesta che ha determinato l’esito di irregolarità.

Durc online: l’invito alla regolarizzazione

La gestione dell’invito a regolarizzare, prodotto al momento dell’attivazione della verifica da parte della procedura di controllo automatizzato della regolarità, dovrà avvenire entro 72 ore (3 giorni) dalla richiesta da cui ha avuto origine l’invito stesso. In tale intervallo di tempo, dovrà essere verificata la correttezza delle esposizioni debitorie anche con riguardo ad eventuali situazioni di mancati aggiornamenti degli archivi gestionali che le hanno evidenziate al fine di consentire l’immediata informazione al richiedente circa la regolarità nei confronti dell’Inps.

La tempestività della gestione, anticipando l’esito della verifica, consente di escludere l’eventualità dell’annullamento tecnico della richiesta che eventualmente possa insorgere in concomitanza all’approssimarsi del termine di scadenza dei 30 giorni dalla prima richiesta. Ciò in quanto nel nuovo sistema del Durc online non è stata prevista l’applicazione del silenzio assenso.

note

[1] Inps circolare n. 128 del 26.06.2015.


scarica un contratto gratuito
Creato da avvocati specializzati e personalizzato per te

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA