Politica | News

Ci sarà obbligo di vaccino per chiunque voglia lavorare

30 Dicembre 2021 | Autore:
Ci sarà obbligo di vaccino per chiunque voglia lavorare

Draghi fa capire ai suoi ministri che la decisione di imporre il Super green pass in tutti i settori è soltanto rinviata a gennaio. Forse, a dopo l’Epifania.

È una questione di tempo. La politica ha bloccato nell’ultimo Consiglio dei ministri del 2021 l’obbligo del Super green pass per accedere al posto di lavoro. Ma è soltanto un «no» provvisorio: il premier Mario Draghi ha fatto sapere ai litigiosi partiti che sostengono il suo Governo che alla prossima riunione di Gabinetto il provvedimento verrà preso. E che, quindi, ci sarà l’obbligo di vaccino per chiunque voglia lavorare. Nel settore pubblico come in quello privato. Da quando? Da gennaio 2022, probabilmente dopo l’Epifania. Tra qualche giorno, dunque, almeno nelle intenzioni di Draghi, chi non avrà il certificato verde rafforzato dovrà restare a casa.

Facciamo un passo indietro. Il Governo è entrato all’ultima seduta del Consiglio dei ministri già spaccato in due sull’obbligo vaccinale. Ed è uscito allo stesso modo: da una parte, il ministro forzista Renato Brunetta ed i rappresentanti del Pd che spingevano verso misure più drastiche per fermare una variante Omicron ogni giorno più minacciosa. A dare man forte, la Conferenza delle Regioni che, poco prima, aveva chiesto al Governo di muoversi in questa direzione. Dall’altra, i rappresentanti della Lega che non avevano alcuna intenzione di rinchiudere i No vax in una sorta di lockdown totale. In mezzo, il Movimento 5 Stelle, perplesso su un provvedimento così duro ma anche consapevole del fatto che in qualche modo bisogna bloccare il dilagare della pandemia, senza, però, paralizzare il sistema produttivo.

Ed è questo il punto – o uno dei punti – che ha fermato l’obbligo di Super green pass per i lavoratori: il rischio di un improvviso stop per molte aziende, soprattutto quelle più piccole, nel caso in cui nell’organico ci fossero diversi lavoratori senza il certificato rafforzato. Meglio, quindi, mandare un messaggio piuttosto chiaro: per ora, nessun obbligo vaccinale. Ma la misura è in arrivo. Chi ha orecchie per intendere, intenda.

Nel frattempo, però, il Governo potrebbe ammorbidire la chiusura dei tornelli ai No vax. Tra le ipotesi, quella di non imporre l’obbligo di Super green pass a tutti i lavoratori ma cominciare dai settori in cui ci sono maggiori rischi di contagio, come gli uffici pubblici o i trasporti. In quest’ultimo caso, si colmerebbe una lacuna. Va ricordato, infatti, che proprio su metropolitane, bus, tram e treni, dal 10 gennaio 2022 si potrà viaggiare solo con il certificato rafforzato. Ci si troverebbe, dunque, con i passeggeri tenuti ad avere il Super green pass e il personale esonerato da tale obbligo.

C’è, tuttavia, chi resta sulla posizione di «tagliare la testa al toro» e di imporre il Super green pass in tutti i settori. Se così fosse, scatterebbe l’obbligo di vaccino per chiunque voglia lavorare: senza Super green pass non si potrà accedere all’ufficio o alla fabbrica.

C’è chi ha trovato una stupefacente alternativa, già di moda in qualche Regione d’Italia o in altri Paesi: prendersi apposta il virus per ottenere il Super green pass dopo la guarigione. Poco più di un mese fa è stato scoperto in Alto Adige quello che ormai viene definito un Coronaparty, cioè una festa in cui si invitano delle persone positive al Covid per infettarsi volutamente in modo da poter ottenere la certificazione verde rafforzata senza fare il vaccino. Una sorta di roulette russa in cui qualcuno ha trovato la pallottola nel luogo sbagliato del tamburo del revolver e ci ha lasciato le penne.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

2 Commenti

  1. quando ormai anche le pietre sanno che anche se hai il superGP puoi ammalarti ed infettare… e poi dicono che nn ci sono interessi dietro…

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube