Bollette: ecco la stangata di gennaio 2022

30 Dicembre 2021 | Autore:
Bollette: ecco la stangata di gennaio 2022

Aumento da capogiro per il primo trimestre dell’anno: luce +55%, gas +41,8. E meno male che è intervenuto il Governo. Possibile pagare a rate.

Probabilmente, il regista di Hollywood George Roy Hill pensò alle nostre bollette di luce e gas quando diede al suo celeberrimo film con Robert Redford e Paul Newman il titolo La stangata. L’Arera, l’Autorità del settore energetico, aveva annunciato da tempo aumenti per Capodanno e, puntualmente, sono arrivati. Solo che si tratta non solo di aumenti di Capodanno ma anche da capogiro.

Le bollette della luce saliranno del 55% e quelle del gas del 41,8%. Insomma, per la corrente, oltre la metà in più del costo attuale, mentre per il metano poco manca. E dobbiamo dirci fortunati, perché il rincaro per il primo trimestre dell’anno sarebbe stato ancora maggiore se il Governo non avesse messo qualche soldo nella manovra 2022 appena approvata in Parlamento per contenere il danno. Si pensi che senza i 3,8 miliardi contenuti nella legge di Bilancio, la luce sarebbe aumentata del 65% e il gas del 59,2%. Proprio nel periodo più buio e più freddo dell’anno, cioè quando ci vuole più luce e più riscaldamento.

Teoricamente, la stangata riguarda le famiglie e le imprese che non sono ancora passate al mercato libero e che si trovano, quindi, in quello tutelato. Si parla, comunque, di circa la metà degli italiani. E si tenga conto, inoltre, che le indicazioni dell’Autorità per l’energia condizionano in qualche modo anche le tariffe applicate sul mercato libero.

Quali ripercussioni, in termini di soldi, avranno questi aumenti sulle famiglie italiane? Arera calcola una maggiore spesa pari a 994 euro l’anno. Volendo vedere la parte mezzo piena del bicchiere, bisogna ricordare che è possibile pagare le bollette in dieci rate mensili. Opzione che, probabilmente, molte famiglie si vedranno costrette a fare.

Gli aumenti interessano soprattutto la parte relativa alla materia prima, che equivale ad un terzo del totale dell’importo fatturato in bolletta.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube