Diritto e Fisco | Articoli

L’ex coniuge che non paga il mutuo della casa per moglie e figli commette reato

24 Luglio 2014
L’ex coniuge che non paga il mutuo della casa per moglie e figli commette reato

Poiché l’abitazione rientra tra i mezzi di sussistenza che devono essere assicurati al coniuge e ai minori, il mancato pagamento delle rate alla banca integra il reato di violazione degli obblighi di assistenza familiare.

La legge punisce, con una condanna penale, chi – nonostante l’ordine del giudice emesso con la sentenza di separazione – fa mancare all’ex coniuge e ai figli i mezzi di sussistenza (il classico “mantenimento”).

Tuttavia, secondo una recentissima sentenza della Cassazione [1], tale reato scatta anche nel caso in cui non vengano pagate le rate del mutuo, rischiando così di far perdere alla famiglia l’abitazione presso cui vive. E ciò vale anche se l’obbligo del pagamento delle rate non è stato previsto negli accordi di separazione.

La dimora, infatti, nel ragionamento più che corretto della Cassazione, rientra tra i mezzi di sussistenza. Il mancato pagamento del finanziamento alla banca determina il rischio di pignoramento immobiliare, la messa all’asta dell’abitazione e, quindi, si corre il fondato pericolo di rimanere senza un tetto sotto cui vivere.

E allora, se con la separazione (sia essa consensuale o giudiziale) uno dei due coniugi è tenuto a contribuire (in parte o per intero) al pagamento delle rate del mutuo, nel caso di omesso versamento di tale contributo non solo sussiste un inadempimento contrattuale nei confronti dell’istituto di credito, ma scatta anche un reato, ossia un procedimento penale che potrebbe essere avviato dall’ex a cui è stata assegnata l’abitazione coniugale.

Secondo la sentenza in commento, per far scattare il reato, non c’è bisogno che il mancato pagamento del mutuo venga realizzato con dolo, ossia con l’intenzione e la volontà di far mancare i mezzi di sussistenza alla persona bisognosa. Ma il solo fatto che la famiglia sia sostanzialmente privata del mantenimento basta a configurare il reato.


note

[1] Art. 570 cod. pen.

[2] Cass. sent. n. 330223/14.

Autore immagine: 123rf com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube