Rinnovo patenti, nuove regole

25 Luglio 2014
Rinnovo patenti, nuove regole

Codice della strada: le previsioni del disegno di legge delega votato alla commissione riformano il sistema delle visite mediche.

Cambierà ancora il sistema delle visite mediche per ottenere e rinnovare la patente. Soprattutto per chi ha più di 80 anni. Lo prevede il disegno di legge delega per la riforma del Codice della strada, nella versione votata martedì dalla commissione Trasporti della Camera. Un testo che cambierà anche numerosi altri aspetti del codice della strada (leggi: “La riforma del codice della strada”).

Il ministero della Salute avrà il “compito di adottare linee guida cogenti in relazione alle attività di accertamento dei requisiti psicofisici…, con riferimento sia a quelle svolte dalle Commissioni mediche locali sia a quelle svolte dai medici monocratici”. Di linee guida c’è bisogno da sempre. Ma finora questa disposizione è tra le tante di quella legge rimaste ancora inattuate.

Non dovrebbero più essere abilitati a effettuare le visite i medici in quiescenza.

Nella delega non sembra esserci spazio per rivedere un altro punto della mini-riforma, qualificante ma rimasto inattuato: l’obbligo di procurarsi un certificato di non abuso di alcol e di non uso di droghe, che quattro anni fa era stato imposto per tutti i primi rilasci di patente e per i rinnovi degli autisti professionisti. L’ostacolo contro cui si è infranta la norma è il fatto che il certificato va rilasciato solo sulla base di costosi esami di laboratorio. Si dovrà capire se nel prosieguo dell’iter della delega il Parlamento introdurrà strumenti per intervenire anche su questi problemi.

Novità anche sulle visite sui conducenti ultraottantenni, per i quali il rinnovo ordinario era stato portato a cadenza biennale (prima del 2010 era triennale) ed era stato consentito solo in Commissione medica locale. Il sovraccarico di lavoro per questi organismi aveva portato nel 2012 ad allentare le regole, tornando alla più semplice visita dal medico monocratico (ovviamente salvo malattie che per principio generale comportano l’intervento della Commissione). Ora la delega disegna un compromesso piuttosto articolato. Si avrà una durata standard di addirittura un solo anno. Ma chi lo desidera potrebbe conservare l’attuale scadenza biennale, a patto che si limiti a guidare solo ciclomotori a tre ruote e quadricicli leggeri (cioè le microcar da città).

Va poi considerato che, nell’attuale delega, agli ultraottantenni verrebbero estese le limitazioni di potenza/tara dell’automobile che si applicano già ai neopatentati. Ma c’è una via d’uscita, sia pure dispendiosa: l’anziano che volesse continuare a guidare qualsiasi vettura potrebbe sottoporsi a visita in Commissione medica locale, dove spesso vengono richiesti certificati di specialisti.

A ben vedere, per molti non sarebbe un’opzione ma una necessità: sarebbe l’unico modo per poter continuare a guidare la propria auto, senza doverne acquistare un’altra.


note

Autore immagine: 123rf com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

1 Commento

  1. sono titolare di una patente b speciale attualmente sospesa.sono a chiedere se posso effettuare la prossima visita presso un medico monocratico ed anche come posso eventualmente declassare la patente.
    grazie g.di bernardo

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube