Diritto e Fisco | Editoriale

Anatocismo, divieto ancora da attuare

26 Luglio 2014
Anatocismo, divieto ancora da attuare

Il divieto rischia di rimanere solo sulla carta.

Con il voto del Senato l’anatocismo, cioè la possibilità per le banche di applicare interessi sugli interessi, sparisce di nuovo dai testi di legge, anche perché il passaggio alla Camera non offrirà novità: ora l’anatocismo attende di sparire anche dalla realtà, perché la sua cancellazione, imposta dall’ultima legge di stabilità, deve ancora essere attuata. A tradurre in pratica quella norma, infatti, deve essere il Cicr, il Comitato interministeriale per il credito e il risparmio, chiamato a riscrivere le regole prevedendo che gli interessi «periodicamente capitalizzati» non possano produrre interessi ulteriori. Questo è quanto chiede dal 1° gennaio scorso l’ultima legge di stabilità [1] del Governo Letta (leggi “Abolito l’anatocismo”), ma la delibera finora non è mai arrivata al traguardo.

Il braccio di ferro tra fautori e nemici dell’anatocismo, insomma, finora si è svolto solo sulla carta degli emendamenti e della “Gazzetta Ufficiale”, ma senza l’attuazione del Cicr ogni reintroduzione o cancellazione rischia di rimanere solo sulla carta. E pertanto le banche, ad oggi, restano vincolate solo a quanto imposto loro dai giudici, ma alcun divieto o permesso proviene ancora – almeno in modo cogente – dalla legge.


note

[1] L. 147/2013, comma 629.

Autore immagine: 123rf  com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube