L’esperto | Articoli

Proprietario trattiene cauzione: ultime sentenze

5 Gennaio 2022
Proprietario trattiene cauzione: ultime sentenze

Il locatore deve restituire il deposito cauzionale in caso di danni all’appartamento se non avvia subito l’azione di risarcimento danni affinché sia il giudice a quantificare l’esatto importo. 

Locazione e restituzione della cauzione versata

Il locatore ha diritto di trattenere il deposito cauzionale versato a garanzia dell’esatto adempimento delle obbligazioni collegate alla locazione, nel caso di inadempienza del conduttore nel pagamento dei canoni. Infatti l’obbligo di restituzione del deposito cauzionale, maggiorato degli interessi, sorge al termine della locazione solo ove il conduttore abbia integralmente adempiuto alle proprie obbligazioni.

Tribunale Torino sez. VIII, 18/01/2021, n.232

Se il locatore trattiene la cauzione senza proporre domanda per la sua attribuzione a copertura di specifici danni, il conduttore può esigerne la restituzione

Nel contratto di locazione, l’obbligo di restituzione del deposito cauzionale sorge in capo al locatore al termine del rapporto nel momento in cui viene rilasciato l’immobile locato, con la conseguenza che, ove il locatore trattenga la somma senza proporre domanda giudiziale per l’attribuzione, in tutto o in parte, della stessa a copertura di specifici danni subiti o di importi rimasti impagati, il conduttore può esigerne la restituzione nella specie: il deposito cauzionale era stato corrisposto ai locatori all’inizio del rapporto per cui detto costo va portato in compensazione e detratto dall’importo oggetto di ingiunzione.

Tribunale Roma sez. VI, 17/09/2020, n.13003

Locazione: una volta esaurito il rapporto se il locatore trattiene la cauzione, senza domandarne l’attribuzione per danni, il conduttore può esigerne la restituzione

L’obbligazione del locatore di restituire al conduttore il deposito cauzionale dal medesimo versato in relazione agli obblighi contrattuali, sorge al termine della locazione, non appena avvenuto il rilascio del fondo, con la conseguenza che ove il locatore trattenga la somma la somma anche dopo il rilascio del locale da parte del conduttore, senza proporre domanda giudiziale per l’attribuzione – in tutto o in parte – della stessa, a copertura di specifici danni subiti, il conduttore può esigerne la restituzione.

Tribunale Grosseto, 11/09/2019, n.685

In materia di locazione, una volta esaurito il rapporto al termine stabilito nel contratto, al momento del rilascio dell’immobile locato, sorge l’obbligo per il locatore di restituire al conduttore il deposito cauzionale da questi versato, tramite la consegna di denaro o di altre cose mobili fungibili con funzione di garanzia. Di conseguenza, se il locatore trattiene la somma dopo il rilascio dell’immobile da parte del conduttore, senza proporre domanda giudiziale per l’attribuzione, in tutto o in parte, della stessa a copertura di specifici danni subiti, il conduttore può esigerne la restituzione. Nel caso di specie, il Tribunale ha dato ragione al conduttore che chiedeva la restituzione dei 10 mila euro versati al momento della stipula del contratto, non avendo il locatore proposto domanda giudiziale per ottenere il risarcimento dei danni, garantito dal deposito cauzionale.

Tribunale Catania sez. V, 19/01/2019, n.254

Alla scadenza del contratto, subito dopo il rilascio dell’immobile, il locatore ha l’obbligo di restituire il deposito cauzionale versato dal conduttore

In tema di locazione, alla scadenza del contratto, non appena avvenuto il rilascio dell’immobile locato, sorge in capo al locatore l’obbligo di restituire il deposito cauzionale versato dal conduttore a garanzia degli obblighi contrattuali, non potendo il primo trattenere tale somma, salva l’ipotesi in cui egli proponga domanda giudiziale per l’attribuzione in tutto o in parte della stessa a copertura di specifici danni subiti. Nel caso di specie, dopo la risoluzione del contratto il locatore non aveva restituito la cauzione al conduttore, a causa della mancata ritinteggiatura dell’immobile locato prevista contrattualmente. Il Tribunale di Piacenza ha però condannato il locatore alla restituzione dell’importo considerando nulla la clausola che addossa al conduttore una spesa di ordinaria manutenzione che la legge pone, di regola, a carico del locatore.

Tribunale Piacenza, 20/02/2018, n.164

L’obbligo della restituzione della cauzione da parte del locatore sorge solo dopo che sia avvenuto il rilascio dell’immobile da parte del conduttore e purché questi abbia adempiuto alle obbligazioni nascenti dal contratto. Risulta, pertanto, illegittima qualsiasi pretesa di previa restituzione della cauzione da parte del conduttore. In definitiva, il conduttore può esigere la restituzione della caparra solo dopo che, cessato il rapporto contrattuale, sia stato constatato l’integrale adempimento delle obbligazioni da lui assunte e, quindi, il deposito abbia esaurito la funzione di garanzia assegnatagli dalla legge e per la parte che supera il soddisfacimento dei crediti del locatore. Qualora il locatore, tuttavia, trattenga la somma anche dopo il rilascio da parte del conduttore, senza proporre domanda giudiziale per l’attribuzione, in tutto o in parte, della stessa a copertura di specifici danni subiti, il conduttore può esigerne la restituzione.

Tribunale Padova sez. II, 10/02/2014, n.447

Funzione del deposito cauzionale

In materia di locazione, l’obbligazione del locatore di restituire al conduttore il deposito cauzionale dal medesimo versato in relazione gli obblighi contrattuali – tramite la consegna di denaro o di altre cose mobili fungibili con funzione di garanzia dell’eventuale obbligo di risarcimento del danno del cauzionante – sorge al termine della locazione non appena avvenuto il rilascio dell’immobile locato, con la conseguenza che, ove il locatore trattenga la somma anche dopo il rilascio dell’immobile da parte del conduttore, senza proporre domanda giudiziale per l’attribuzione, in tutto o in parte, della stessa a copertura di specifici danni subiti, il conduttore può esigerne la restituzione.

Tuttavia, ove avvenga lo svincolo, volontario o coattivo, dei beni oggetto di deposito, in via di principio non può riconoscersi a siffatta evenienza, proprio in ragione della anzidetta funzione tipica dell’istituto, un effetto diverso ed ulteriore rispetto a quello della perdita della garanzia liquida dal deposito stesso rappresentata, non potendosi, quindi, inferire, sempre e comunque, dalla sua dismissione l’insussistenza di obbligazioni inadempiute del conduttore o di danni da risarcire.

(In applicazione di tale principio, la S.C. ha escluso che la dichiarazione d’improcedibilità dell’opposizione proposta avverso il decreto ingiuntivo con cui era stata disposta la restituzione della cauzione al conduttore comportasse la formazione di un giudicato in ordine all’esclusione del diritto del locatore al pagamento dei canoni e degli oneri condominiali rimasti insoluti ed al risarcimento dei danni).

Cassazione civile sez. III, 21/04/2010, n.9442

Obblighi del locatore alla scadenza della locazione

Deve subito rivolgersi al giudice il proprietario che intende ottenere il risarcimento dei danni causati all’immobile dagli inquilini. Una volta scaduto il contratto, infatti, se il locatore dimentica di proporre domanda giudiziale, non potrà nemmeno trattenere la cauzione depositata dagli inquilini, anche se la ragione è dalla sua parte.

Tribunale Modena sez. II, 23/07/2004



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube