Diritto e Fisco | Articoli

Lettera reclamo meccanico

14 Maggio 2022 | Autore:
Lettera reclamo meccanico

Garanzia per i vizi della riparazione e per i difetti dei pezzi di ricambio: come funziona? Fac simile denuncia dei vizi.

Quando portiamo l’auto in officina per qualche guasto, abbiamo il diritto di pretendere che il meccanico effettui la riparazione a regola d’arte. In altre parole, il meccanico è tenuto ad aggiustare il veicolo. Se non lo fa, possiamo rifiutarci di pagare. Può però succedere che l’auto venga restituita e che sia stata solo apparentemente riparata: dopo qualche chilometro, potrebbe presentare nuovamente gli stessi problemi. Cosa fare in questo caso? Bisogna pretendere che il meccanico, gratuitamente, faccia di nuovo la riparazione. Di seguito vedremo come scrivere una lettera di reclamo al meccanico.

Come meglio diremo nel prosieguo, il meccanico deve garantire che il proprio lavoro sia stato svolto correttamente. Si tratta di una vera e propria “garanzia per vizi”, esattamente come quella che deve offrire il venditore. Ma non solo. Quando la prestazione del meccanico consiste nel sostituire alcuni pezzi con altri di ricambio, allora su detti pezzi si ha un’ulteriore garanzia, con diritto per il cliente di ottenere la sostituzione degli stessi. Per azionare questa garanzia, però, è bene formulare una richiesta formale per iscritto. Se l’argomento ti interessa, prosegui nella lettura: vedremo insieme come preparare una lettera di reclamo al meccanico.

Obblighi del meccanico: quali sono?

Nel momento in cui si consegna l’auto all’officina, sorge tra cliente e meccanico un vero e proprio contratto, in base al quale il meccanico si impegna a eseguire la prestazione pattuita (ad esempio, il cambio dell’olio, la riparazione del motore, ecc.), mentre il proprietario del veicolo a pagare il lavoro svolto.

Il termine entro cui effettuare la prestazione è stabilito liberamente dalle parti. In genere, è il meccanico a fissare un termine, a meno che il cliente non abbia interesse alla restituzione del veicolo entro una data certa e inderogabile: in questo caso, trattandosi di termine essenziale, il meccanico deve attenersi a quanto stabilito dal proprietario, pena il suo inadempimento contrattuale.

Garanzia meccanico: in cosa consiste?

Il cliente deve pagare il lavoro eseguito dal meccanico, ma questi ha l’obbligo di eseguire la prestazione in modo tale da risolvere il problema segnalato dal proprietario del veicolo.

Può accadere che, in un primo momento, sembri che la riparazione sia avvenuta con successo. Dopo un po’, però, ci si accorge che il veicolo presenta gli stessi problemi di prima. In questo caso, il cliente ha diritto a tornare dal meccanico e a chiedergli di eseguire di nuovo la riparazione, questa volta però senza pagare nulla.

Il cliente del meccanico gode per legge di una garanzia, sia per le riparazioni che per la sostituzione dei pezzi non funzionanti con altri di ricambio. Analizziamo entrambe le ipotesi.

Garanzia per la riparazione del meccanico: come funziona?

Se l’intervento del meccanico è costituito da una semplice riparazione, senza sostituzione di alcun pezzo, il cliente potrà pretendere dal meccanico di eseguire nuovamente la suddetta riparazione, affinché il guasto sia eliminato definitivamente. A fronte di questa nuova prestazione, il proprietario della vettura non dovrà pagare nulla.

Per far valere questo tipo di garanzia, però, occorre attivarsi tempestivamente. Per la precisione, bisogna denunciare i vizi del lavoro entro otto giorni dalla loro scoperta, considerando comunque che l’azione si prescrive entro un anno dalla riconsegna dell’auto.

In altre parole, dopo un anno dalla riparazione non ci si potrà più lamentare, chiedendo al meccanico di eseguirla nuovamente e gratuitamente.

Al contrario, se, nonostante la riparazione, il guasto si ripresenta entro un anno, il cliente dovrà tempestivamente darne segnalazione al meccanico, entro massimo otto giorni da quando il problema si è verificato.

Così facendo, il cliente avrà diritto a una nuova riparazione, assolutamente gratuita. Se questa non è possibile, allora si potrà chiedere la restituzione integrale di quanto pagato.

Garanzia per i pezzi di ricambio: come funziona?

Se l’opera del meccanico non è consistita solo nella sua manodopera ma anche nella sostituzione dei pezzi guasti, allora il cliente ha una garanzia su tali pezzi pari a due anni, esattamente come ogni altro bene di consumo.

Ad esempio, se il meccanico sostituisce la cinghia di distribuzione con una nuova, e questa poi si rompe, il proprietario avrà diritto gratuitamente al cambio del pezzo.

La garanzia per i pezzi di ricambio ha una durata di due anni; i vizi vanno denunciati entro due mesi dal momento della loro scoperta.

La garanzia per i pezzi di ricambio vale non solo quando sono nuovi, ma anche quando sono rigenerati.

Nessuna garanzia è invece prevista se il meccanico usa pezzi di ricambio forniti dal cliente: in questo caso, non ci si potrà lamentare se gli stessi sono difettosi. Si potrà però far valere la garanzia nei confronti del fornitore, cioè di colui che ha venduto il pezzo.

Se i pezzi di ricambio sono usati (ad esempio, perché presi da altro veicolo o allo scasso), la durata della garanzia può essere ridotta a un solo anno.

Lettera reclamo meccanico: a cosa serve?

La lettera di reclamo al meccanico serve per azionare la garanzia per i vizi dell’opera o dei pezzi di ricambio. Come detto in precedenza, la lettera deve contenere la denuncia del difetto, con espressa richiesta che si provveda a nuova riparazione o a sostituzione del ricambio viziato.

La lettera di reclamo va spedita con raccomandata a/r, entro:

  • otto giorni da quando si è ripresentato il guasto che non è stato correttamente riparato;
  • due mesi da quando si è scoperto che il pezzo di ricambio è difettoso.

In entrambi i casi, bisognerà richiedere l’intervento gratuito del meccanico, il quale dovrà effettuare la nuova riparazione a sue spese e/o sostituire il pezzo con uno funzionante. In fondo, si troverà un fac simile di lettera di reclamo al meccanico.


FAC SIMILE LETTERA RECLAMO MECCANICO

Spett.le

Officina

Via Giuseppe Verdi

00000 – Roma

Racc. a/r

Oggetto: reclamo per guasto auto – riparazione del <…> – attivazione garanzia.

 Io sottoscritto <…>, nato a <…> il <…> residente in <…> alla via <…>, codice fiscale <…>,

premesso che

in data <…> ho consegnato la mia autovettura <indicare modello e targa> per un guasto consistente in <spiegare la natura del guasto> ;

a seguito di riparazione, in data <…> il suddetto veicolo mi veniva riconsegnato;

il costo della prestazione è stato di <…>;

ciononostante, lo stesso guasto si è presentato in data <…>;

denuncio

alla Vs officina la presenza dei vizi sopra illustrati; allo stesso tempo

chiedo formalmente

che gli stessi siano rimossi a spese dell’officina, come da garanzia stabilita dalla legge. Si voglia pertanto indicare una data entro cui poter riconsegnare il predetto veicolo per effettuare le necessarie riparazioni.

Distinti saluti.

Luogo e data

Firma


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube