Cronaca | News

Covid: ecco dov’è più facile prenderlo

10 Gennaio 2022 | Autore:
Covid: ecco dov’è più facile prenderlo

Uno studio britannico elenca i luoghi a maggiore rischio di contagio: shopping e sport più pericolosi di cinema e parrucchieri.

Fare attività sportiva è salutare? Non sempre: andare a correre al parco può aumentare il rischio di contrarre il virus Omicron, la variante del Covid dilagata in tutto il mondo. Peggio dello sport c’è solo lo shopping. Così risulta da uno studio appena pubblicato nel Regno Unito a cura dell’University College London sui luoghi in cui è più facile prendere il coronavirus.

Il dossier, chiamato «Virus Watch», arriva, dunque, da uno dei Paesi in cui la variante Omicron è stata maggiormente spietata e dove l’aumento dei contagi è stato più vistoso. Lo studio è stato realizzato nell’ultimo trimestre del 2021 su un campione di circa 10mila persone di età superiore ai 16 anni che si sono rese disponibili al fine di analizzare il loro comportamento e le conseguenze delle loro abitudini quotidiane.

Sulla base dei dati rilevati, le due attività maggiormente a rischio di contagio sono, in quest’ordine, lo shopping e lo sport. Negozi e supermercati comportano un 2,18% di rischio, contro l’1,36% dell’attività sportiva all’aperto. «Sia durante i periodi di intense restrizioni che senza restrizioni – spiega la dottoressa Susan Hopkins, della Ok Health Security Agency, l’Agenzia inglese per la sicurezza sanitaria – lo shopping ha rappresentato la più alta percentuale di infezioni acquisite fuori casa».

La graduatoria degli altri luoghi in cui è più facile contrarre il Covid vede in quest’ordine:

  • autobus;
  • ristoranti;
  • pub e bar;
  • feste private;
  • palestre;
  • ufficio;
  • treno e taxi.

Gli scienziati dell’UCL hanno anche concluso che, secondo i dati analizzati, «non ci sono prove concrete di un aumento del rischio di contagio per frequentare cinema, teatri, concerti o eventi sportivi al coperto o servizi di bellezza», cioè parrucchieri o estetiste.

Lo studio britannico aggiunge che nel mondo sono stati superati i 305 milioni di contagi dall’inizio della pandemia e che nei primi giorni dell’anno è stato toccato il picco (momentaneo?) di infezioni in un solo giorno: 2,3 milioni.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube