Anagrafe degli abusi edilizi: cos’è e come funziona

13 Gennaio 2022 | Autore:
Anagrafe degli abusi edilizi: cos’è e come funziona

In arrivo una banca dati nazionale con le informazioni che riguardano edifici e immobili costruiti senza autorizzazione. Come verrà gestita.

Lo Stato dà la caccia non solo agli evasori fiscali ma anche agli spregiudicati del mattone, a chi tira su un edificio o lo allarga fregandosene di leggi e permessi. Per riuscire ad acciuffarli e a costringerli a mettersi in regola è stata pensata l’Anagrafe degli abusi edilizi: che cos’è e come funziona? Come si pensa di stanare chi costruisce o ristruttura un immobile senza alcuna autorizzazione?

L’Anagrafe degli abusi edilizi è una banca dati nazionale a cui hanno accesso tutti gli enti che possono avere a che fare con l’abusivismo in questo settore, a partire dalle amministrazioni locali e regionali, incaricate di rilasciare la stragrande maggioranza dei permessi per costruire o per rifare un fabbricato. Enti e amministrazioni, dunque, alimentano questa banca dati condivisa a caccia degli illeciti e dei loro responsabili.

Nell’Anagrafe degli abusi edilizi finiranno tutte le informazioni sugli immobili e sui lavori realizzati ma non autorizzati. Dati che vengono già raccolti e pubblicati ogni mese nell’albo comunale dei beni oggetto di rapporti da parte della polizia giudiziaria.

Questo «maxi-cervello» conterrà anche le ordinanze di sospensione. Le pubbliche amministrazioni che avranno accesso all’Anagrafe sono, tra le altre, i ministeri dell’Interno, della Giustizia, della Transizione ecologica e della Cultura, l’Associazione nazionale dei Comuni (Anci), le Regioni e l’immancabile e onnipresente Agenzia delle Entrate. Tutti questi soggetti dovranno collaborare per rendere il contenuto della banca dati strutturato e accessibile agli enti che si occupano di abusi.

Le informazioni, però, non saranno disponibili subito. L’iter prevede ancora almeno 12 mesi dall’entrata in vigore delle convenzioni che regoleranno la condivisione dei dati.

Ad ogni modo, grazie all’Anagrafe sarà possibile disegnare una mappa degli abusi edilizi in tutto il Paese e continuare in modo più agevole la lotta al sommerso. Tanto per fare un esempio, il Fisco potrà fare dei controlli incrociati per scovare delle case mai dichiarate per poterle tassare. Sarà possibile anche monitorare e programmare gli interventi di demolizione di ciò che è stato costruito senza autorizzazione.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube