Diritto e Fisco | Articoli

Si può denunciare un investigatore privato?

28 Maggio 2022 | Autore:
Si può denunciare un investigatore privato?

Detective privato: quali sono i suoi poteri? Cosa può fare e cosa, invece, è illegale? È possibile denunciare un pedinamento?

Da un po’ di tempo, ti sei accorto che c’è una persona in cui ti imbatti praticamente sempre: per strada mentre vai a lavoro o a fare la spesa, in palestra, al bar. La cosa all’inizio ti infastidisce soltanto ma, dopo un po’, comincia a preoccuparti. Fai qualche domanda in giro e vieni a sapere che la persona che ti pedina è un investigatore, incaricato da qualcuno per fare delle ricerche su di te. Come comportarsi a questo punto? Si può denunciare un investigatore privato?

In Italia, quello dell’investigatore privato è un vero e proprio mestiere, che può essere legalmente esercitato soltanto ottenendo la licenza del prefetto. Al detective privato può ricorrere chiunque, anche la moglie che vuole scoprire se il marito la tradisce oppure il datore di lavoro che intende verificare se il proprio dipendente in malattia non stia, in realtà, svolgendo un’attività parallela. Quando si può denunciare un investigatore privato? Scopriamolo insieme.

Investigatore privato: cosa può fare?

L’investigatore privato non è un poliziotto; pertanto, non può compiere quelle attività che sono riservate alla polizia giudiziaria nel compimento di un’indagine.

Ad esempio, un investigatore privato non può mai perquisire, intercettare telefonate o conversazioni ambientali, accedere a luoghi privati senza il consenso del titolare, ottenere dati personali coperti da privacy.

L’investigatore privato può invece compiere tutte le attività che sarebbero lecite anche se fossero compiute da un normale cittadino, come ad esempio:

  • pedinare;
  • scattare foto e fare riprese, purché in luogo pubblico;
  • registrare conversazioni che avvengono in sua presenza;
  • effettuare sopralluoghi, purché vi sia il consenso del titolare del luogo;
  • raccogliere informazioni estratte da documenti di libero accesso (ad esempio, i certificati che possono essere richiesti all’anagrafe comunale);
  • collaborare con esperti di scienza forense per il recupero del materiale trovato nei dispositivi digitali (tablet, cellulari, ecc.).

Poiché l’investigatore privato, alla fin fine, non ha alcun potere specifico, si potrebbe pensare che la sua attività sia inutile, in quanto potrebbe essere svolta da chiunque.

La vera differenza sta nel fatto che l’investigatore privato, autorizzato a tale attività dal prefetto, può porsi sul mercato come un professionista, maturando pertanto il diritto a essere pagato per le sue prestazioni.

Investigatore privato: quando si può denunciare?

Un investigatore privato può essere denunciato se commette un reato, cosa che accade il più delle volte quando compie attività che gli sono proibite, come ad esempio intercettazioni o perquisizioni.

Ad esempio, se il marito si accorge che il suo cellulare è intercettato e riesce a risalire al detective privato che gli ha inserito la microspia, potrà sicuramente sporgere denuncia alla polizia.

L’investigatore privato può essere denunciato anche quando esagera nel compiere attività che, altrimenti, sarebbero perfettamente lecite. Il classico esempio è quello del pedinamento. In Italia non c’è alcuna legge che vieti di seguire gli spostamenti di una persona, nemmeno installando un gps nella vettura della persona oggetto di attenzione.

Il problema, però, è che il pedinamento può sfociare in reato, ad esempio in stalking, se la condotta dell’investigatore crea un forte stato d’ansia nel pedinato.

In alternativa, il pedinamento può anche tramutarsi nel più lieve reato di molestie, che scatta quando il tallonamento reca disagio alla persona pedinata oppure ai soggetti che vi assistono.

Insomma: si può spiare una persona e anche pedinarla di nascosto, a condizione che non si crei, nel soggetto spiato, una condizione di ansia e paura per la propria sicurezza. In tal caso, si sconfina nel reato di molestia o, nei casi più gravi e ripetuti nel tempo, nello stalking.

Per approfondire questo tema si consiglia la lettura dell’articolo dal titolo Investigazioni: quando il pedinamento è reato?

È altresì possibile denunciare l’investigatore privato scoperto a spiare una persona all’interno del suo domicilio privato: in questo caso, l’attività è sempre illecita.

Investigatore privato: quando non si può denunciare?

L’investigatore privato non può essere denunciato quando svolge correttamente il proprio lavoro. In pratica, non è possibile denunciare il detective privato solo perché sta raccogliendo informazioni riguardanti una persona, perché effettua con discrezione pedinamenti oppure perché ha richiesto, presso gli uffici della Pubblica Amministrazione, di visionare alcuni documenti pubblici.

Insomma: se ci accorgiamo che un investigatore privato ci ha seguito con l’auto per un breve tratto, non possiamo fare nulla.

Ad esempio, se ci si accorge solo dopo molto tempo di essere stati spiati o pedinati (in luogo pubblico, si intende), non si potrà denunciare l’investigatore privato: il fatto che sia trascorso del tempo, infatti, è la prova che l’attività d’investigazione è avvenuta in maniera lecita, senza creare disagio o molestia nel soggetto spiato.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube