Diritto e Fisco | Articoli

Incidente: omissione soccorso anche se la vittima non cade a terra

5 Agosto 2014
Incidente: omissione soccorso anche se la vittima non cade a terra

Carcere e sospensione della patente anche se l’infortunato, a seguito del sinistro, resta in piedi e può camminare da solo.

Rischia il carcere fino a tre anni e la sospensione della patente chi, dopo aver investito un pedone, non ottempera all’obbligo di fermarsi e di prestare assistenza, anche se la vittima, dopo l’impatto con il veicolo, non cade per terra e si reca al pronto soccorso in un secondo momento.

Inoltre, l’obbligo di prestare soccorso ai danneggiati, subito dopo l’incidente stradale, deve durare per tutto il tempo necessario all’espletamento delle prime indagini rivolte a identificare il conducente e il veicolo condotto.

È quanto si ricava da una recente sentenza della Cassazione [1].

Il reato di “fuga” [2] scatta anche se il reo non ha la consapevolezza della necessità di prestare assistenza alla vittima: per cui, se l’infortunato, dopo l’impatto con il veicolo, è in grado di mantenere l’equilibrio, non cadendo neppure a terra, si configura ugualmente l’omissione di soccorso.

Conseguentemente, l’illecito penale scatta anche nel caso in cui il colpevole effettui, sul luogo del sinistro, una veloce sosta momentanea, senza consentire la propria identificazione, né quella del proprio veicolo.


note

[1] Cass. sent. n. 34495/14.

[2] Art. 189, comma 6 cod. str.

Autore immagine: 123rf com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube