Diritto e Fisco | Articoli

Competenza territoriale: quale tribunale decide il divorzio?

9 Agosto 2014
Competenza territoriale: quale tribunale decide il divorzio?

Sulla domanda di divorzio decide il tribunale del luogo di residenza o domicilio del coniuge convenuto.

Ricorso per ottenere il divorzio giudiziale: presso quale Tribunale si deve depositare la domanda e svolgere la causa? In linguaggio tecnico, si chiama “competenza territoriale” e su tale argomento si è appena espressa la Cassazione [1].

Secondo la Suprema Corte, competente a decidere sulla domanda di divorzio è il tribunale del luogo di residenza o di domicilio del coniuge convenuto.

È errata dunque la tesi di chi sostiene che sulla domanda di divorzio debba pronunciarsi il tribunale dell’ultima residenza comune dei coniugi.

Sempre nell’ordinanza in commento la Cassazione ricorda che l’ordinanza del presidente del tribunale che, nell’ambito del giudizio di cessazione degli effetti civili del matrimonio concordatario, decide – in via provvisoria – sull’assegno di separazione e l’eventuale affidamento, è uno di quei provvedimenti che non sono impugnabili con il regolamento di competenza perché hanno natura provvisoria.

L’ordinanza impugnata, spiega la Suprema corte, è inquadrabile fra i provvedimenti temporanei e urgenti adottati dal presidente del tribunale [2] che non sono impugnabili con il regolamento di competenza perché hanno natura provvisoria e interinale, non già decisoria. Né potrebbe essere altrimenti, dato che il potere di decidere la causa, spetta soltanto al collegio nei giudizi, come quelli di divorzio, in cui il tribunale giudica in composizione collegiale.

In ogni caso, in casi come questo, competente a conoscere della domanda di scioglimento del matrimonio civile o di cessazione degli effetti civili del matrimonio concordatario [3] è il tribunale del luogo di residenza o domicilio del coniuge convenuto.


note

[1] Cass. ord. n. 15186/14.

[2] Ai sensi dell’art. 4, comma 8, 1. n. 898/1970 quale risultante a seguito della declaratoria di illegittimità costituzionale di cui alla sent. n. 169/08 della Corte costituzionale.

Autore immagine: 123rf com


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube