Business | Articoli

Cos’è la rettifica unilaterale del notaio?

1 Luglio 2022 | Autore:
Cos’è la rettifica unilaterale del notaio?

Si può modificare un atto pubblico senza convocare di nuovo le parti che l’avevano sottoscritto? In cosa consistono gli errori materiali e preesistenti?

L’atto notarile è un documento solenne la cui attendibilità è davvero difficile da contestare. Un atto del notaio fatto bene è praticamente invincibile, nel senso che può essere usato per far valere le proprie ragioni in maniera pressoché certa. Anche il notaio, però, può sbagliarsi, soprattutto se i dati che gli sono stati forniti non sono corretti. Come comportarsi in questo caso? Occorre fare un nuovo atto daccapo? Cos’è la rettifica unilaterale del notaio?

Sin da subito possiamo dire che la rettifica dell’atto del notaio consente la sua modifica senza la necessità di convocare nuovamente le parti originarie. La rettifica è però possibile solo in determinate circostanze. Ad esempio, non è possibile modificare un documento notarile che riporta in maniera sbagliata la volontà delle parti; è invece possibile farlo per correggere un semplice errore materiale, come ad esempio uno sbaglio all’interno della sequenza di numeri e lettere che rappresenta il codice fiscale. Vediamo dunque cos’è la rettifica unilaterale del notaio.

Atto del notaio: cos’è?

L’atto del notaio è un atto pubblico, in quanto redatto da un pubblico ufficiale.

In quanto tale, l’atto notarile fa piena prova delle dichiarazioni in esso contenute, della loro provenienza nonché del pubblico ufficiale che l’ha redatto.

Ad esempio, se il padre dona una casa a un figlio, la donazione fatta davanti al notaio è un atto pubblico incontrovertibile, a cui il giudice, in caso di contestazioni, deve credere, a meno che non sia proposta querela di falso.

L’atto notarile non certifica, però, la veridicità delle dichiarazioni rese dalle parti. Ad esempio, se una persona dichiara davanti al notaio di avere un debito nei confronti di un altro soggetto, il notaio non è tenuto ad accertare l’esistenza o meno del debito.

Ciò che l’atto pubblico attesta con certezza è che quella dichiarazione è stata resa da una parte davanti al pubblico ufficiale.

Atto del notaio: si può modificare?

Un atto notarile si può eccezionalmente modificare in caso di errore materiale che non intacca la volontà delle parti. In questi casi, si parla di rettifica notarile o di rettifica dell’atto notarile.

Secondo la legge [1], il notaio può rettificare un atto pubblico oppure una scrittura privata autenticata, contenente errori od omissioni materiali relativi a dati preesistenti alla sua redazione, provvedendovi mediante una propria certificazione.

In pratica, è possibile “ritoccare” un atto notarile, anche di molti anni prima, se ci si accorge che c’è un errore che va corretto, purché:

  • la rettifica riguardi un’imperfezione che non è in grado di incidere sulla sostanza dell’atto. Si pensi all’errore che riguarda il codice fiscale;
  • l’errore sia relativo a dati preesistenti alla redazione dell’atto. È il caso ad esempio del codice fiscale o della data e del luogo di nascita.

Non è quindi possibile modificare un atto notarile se i dati non corrispondono a quelli successivamente modificati (si pensi al cambio di residenza, all’assegnazione di nuove coordinate catastali, ecc.).

Rettifica unilaterale del notaio: cos’è?

La rettifica unilaterale del notaio è la procedura che consente di modificare l’atto pubblico o la scrittura privata autenticata che presenta un errore materiale, così come detto in precedenza.

Si parla di rettifica unilaterale perché il notaio può procedervi senza convocare le parti che hanno originariamente sottoscritto il documento. Insomma, non serve un nuovo accordo.

Ad esempio, se il notaio si accorge di un errore nel riportare il codice fiscale delle parti che hanno stipulato una compravendita immobiliare, non occorrerà un nuovo contratto che sostituisca il primo: provvederà alla rettifica unilaterale direttamente il notaio, con certificazione che andrà poi trascritta negli stessi registri ove era stato riportato l’atto originario (ad esempio, in conservatoria).

La rettifica unilaterale del notaio avviene in genere su incarico di una delle parti, cioè di quella che per prima si è accorta dell’errore. È però possibile che alla rettifica proceda il notaio di propria iniziativa. In buona sostanza, la rettifica può essere sia sollecitata da una delle parti che promossa spontaneamente dal pubblico ufficiale.

Alla rettifica non deve procedere necessariamente lo stesso notaio che ha fatto il rogito iniziale: qualsiasi notaio può rettificare l’atto redatto da altro pubblico ufficiale.

Rettifica unilaterale del notaio: quando non si può fare?

Non si può mai rettificare la sostanza di un atto pubblico. In altre parole, non si può chiedere al notaio di modificare la volontà di una delle parti, né elementi o dati che non preesistevano alla redazione. Ad esempio, non si può chiedere al notaio di modificare la residenza per farla corrispondere a quella attuale.

Non è possibile rettificare documenti diversi dall’atto pubblico e dalla scrittura privata autenticata. Di conseguenza, non è possibile rettificare un testamento olografo, redatto di proprio pugno dal testatore.


note

[1] Art. 59-bis l. n. 89/1913.

Autore immagine: canva.com/


Sostieni laleggepertutti.it

"La Legge per Tutti" è una testata giornalistica indipendente che da oltre 10 anni informa gratuitamente milioni di persone ogni mese senza il supporto di finanziamenti pubblici. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale.Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube