Diritto e Fisco | Articoli

Acquisti online: cosa fare in caso di mancata consegna?

12 Febbraio 2022
Acquisti online: cosa fare in caso di mancata consegna?

Ho ordinato un paio di scarpe su un sito online. La merce non è mai arrivata. Nessuno risponde al telefono e alle e-mail. Come ottenere il rimborso?

Per gli acquisti online, la legge (art. 61, D. Lgs. n. 206 del 06.09.2005 – cosiddetto Codice del Consumo) prevede la stessa disciplina stabilita per gli ordini a distanza: la merce ordinata deve essere consegnata entro 30 giorni, a meno che il venditore e l’acquirente non abbiano stabilito diversamente.

Se il termine di consegna non è rispettato, il consumatore ha diritto al rimborso di quanto pagato e al risarcimento del danno per la mancata consegna.

In caso di mancata consegna della merce entro 30 giorni o entro il diverso termine di consegna stabilito, il venditore è tenuto a informare il consumatore e a effettuare il rimborso del prezzo pagato.

Se la merce non arriva è necessario sollecitare il venditore e stabilire un termine fisso di consegna della merce. Senza questa procedura, il contratto di vendita non può essere disdetto né potrà essere chiesto un risarcimento.

Secondo il Codice civile (art. 1219 cod. civ.), senza una formale intimazione il contratto di vendita non può essere disdetto, né potrà essere chiesto un risarcimento. Tali richieste, infatti, devono necessariamente essere precedute da una messa in mora. È necessario, quindi, sollecitare il venditore e stabilire un termine preciso di consegna.

È consigliabile diffidare il venditore inviando una pec o una lettera raccomandata con ricevuta di ritorno precisando il termine di consegna prestabilito. Soltanto questi mezzi risultano idonei a formalizzare giuridicamente i solleciti e le richieste di consegna: le e-mail potrebbero non essere sufficienti.

Se alla scadenza del termine indicato nella pec o nella raccomandata la merce non è stata ancora ricevuta, l’acquirente potrà scegliere una delle due opzioni:

  • annullare il contratto, rinunciando così alla consegna in ritardo e chiedendo il rimborso del prezzo e l’eventuale danno causato dalla mancata consegna. A tale scopo, dopo la scadenza, dovrà essere inviata una comunicazione di formale disdetta/risoluzione;
  • continuare a richiedere la consegna della merce esigendo il risarcimento del danno subito a causa della spedizione tardiva.

Se il venditore non risponde alla richiesta di rimborso, non resterà che rivolgersi all’autorità giudiziaria, avendo cura di allegare la documentazione per la ricostruzione dei fatti. Nel caso di denuncia all’autorità penale, il termine per sporgere la querela è di 3 mesi dall’effettuato pagamento.

In sintesi, nel caso di specie occorre:

  1. inviare una formale diffida, a mezzo pec o raccomandata a/r, assegnando un termine (ad esempio, 15 giorni) per adempiere al contratto;
  2. se il venditore non rispetta il termine concesso, allora si potrà chiedere di annullare il contratto (risoluzione per inadempimento), chiedendo il rimborso di quanto pagato e l’eventuale risarcimento;
  3. se il venditore non rimborsa, allora non resta che promuovere un’azione civile per ottenere la restituzione di quanto pagato e l’eventuale risarcimento;
  4. se il venditore si rende irreperibile, potrebbero esserci gli estremi della truffa; si potrà pertanto sporgere querela e, nel successivo giudizio penale, costituirsi parte civile per ottenere rimborso e risarcimento.

Articolo tratto dalla consulenza resa dall’avv. Mariano Acquaviva



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube