Diritto e Fisco | Articoli

Segnalazione centrale rischi: come ottenere mutuo?

19 Febbraio 2022
Segnalazione centrale rischi: come ottenere mutuo?

Un istituto bancario può concedere un mutuo solvibile in 30 anni ed iscrivere ipoteca su un immobile ad una persona iscritta alla centrale rischi?

Un istituto bancario è libero di concedere un mutuo, iscrivendo ipoteca sull’immobile del mutuatario, anche se iscritto presso la centrale rischi. Infatti, la Centrale Rischi è stata costituita come banca dati dei cattivi pagatori, al fine di agevolare gli istituti di credito nell’individuazione dei rischi nella concessione di finanziamenti. Conosciuta la storicità del cliente, e l’elevato pericolo di insolvenza dello stesso, la Banca può decidere, infatti, di non concedere liquidità.

Tuttavia, non è un obbligo di legge, ma una semplice tutela apprestata dal legislatore. Questo significa che se l’istituto di credito decida di concedere ugualmente il mutuo richiesto, sarà libero di farlo; ovviamente, a suo rischio e pericolo.

Solitamente, gli istituti valutano la storicità del cliente segnalato, e il suo attuale patrimonio. Ad esempio, se il cliente è stato, da ultimo, segnalato, ma presenta numerosi finanziamenti/mutui portati a termine senza ritardi nei pagamenti, allora la banca può di certo valutare di dare fiducia al cliente, sempre però con la garanzia di un’ipoteca, anche di secondo grado.

In conclusione, dipende sempre dall’elasticità dell’istituto di credito e dalla linea più o meno dura assunta dal direttivo.

Articolo tratto dalla consulenza resa dall’avv. Salvatore Cirilla

 



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube