Diritto e Fisco | Articoli

Assegnazione della casa coniugale: io, lei e l’amante

22 Febbraio 2012
Assegnazione della casa coniugale: io, lei e l’amante

Il coniuge separato assegnatario della casa coniugale può abitarvi con i figli e il nuovo partner.

In caso di separazione, il coniuge che ottiene l’assegnazione della casa coniugale può abitarla, oltre che con i suoi figli, anche col suo nuovo partner.

Lo ha deciso la Cassazione [1] in una vicenda che ha riguardato una madre separata. Quest’ultima, dopo aver ottenuto l’affidamento dei figli e l’assegnazione della casa un tempo condivisa col suo ex marito, non si è vista preclusa la possibilità di abitarvi col suo nuovo compagno.

Tutti, quindi, sotto lo stesso tetto. Specialmente se tra i bambini dell’ex coniuge e il suo nuovo partner non vi sono attriti e problemi di ambientazione.

di LUIGI GARGANO

 

 



note

[1] Cass., I sez. civ., sent., n. 23786 del 22 dicembre 2004.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube