Chi prende la multa anche se ha fatto il vaccino Covid

2 Febbraio 2022 | Autore:
Chi prende la multa anche se ha fatto il vaccino Covid

La sanzione da 100 euro è prevista anche per chi ha ricevuto una o due dosi oppure non ha fatto la terza prima della scadenza del Green pass.

Dal 1° febbraio 2022, è scattato il vaccino obbligatorio anti-Covid per chi ha compiuto i 50 anni. Significa che chi è arrivato a quell’età o ci arriverà entro il 15 giugno 2022 (data in cui cessa l’obbligo) e non ha aderito alla campagna vaccinale sarà tenuto a pagare una sanzione una tantum da 100 euro. Attenzione, però, perché si tende a pensare che ad essere punito sarà soltanto chi non si sottopone all’iniezione. Invece, tra gli over 50, anche chi ha già fatto qualche dose di vaccino può essere multato. Ecco perché.

Il decreto del 7 gennaio scorso ha introdotto l’obbligo di effettuare il vaccino per chi ha compiuto 50 anni o per chi li compirà entro il 15 giugno 2022. Tale obbligo, dice testualmente il provvedimento, interessa chi:

  • alla data del 1° febbraio 2022 non abbia iniziato il ciclo vaccinale primario;
  • dalla data del 1° febbraio 2022 non abbia fatto la dose di completamento del ciclo primario nel rispetto delle indicazioni e dei termini previsti dal ministero della Salute;
  • dalla data del 1° febbraio 2022 non abbia fatto la dose di richiamo successiva al ciclo vaccinale primario entro i termini di validità delle certificazioni verdi.

Tradotto in parole più semplici: dovrà pagare una multa da 100 euro chi, avendo compiuto i 50 anni entro il 15 giugno:

  • non ha fatto una sola dose di vaccino al 1° febbraio;
  • non fa la seconda dose alla scadenza della prima;
  • non fa la terza dose prima che scada il Green pass rilasciato con la seconda dose.

Inutile sperare che siano sempre gli altri ad essere controllati: nessuno fermerà i cittadini per strada per sapere se hanno fatto il vaccino, non ci saranno dei posti di blocco come quelli stradali in cui si verifica se l’automobilista ha patente e libretto in corso di validità. I controlli avvengono a monte: è l’Agenzia delle Entrate ad incrociare i dati anagrafici e sanitari della popolazione e a capire chi ha rispettato gli obblighi sul Covid dettati dal Governo e chi, invece, o non si è vaccinato o non ha completato il ciclo fino alla terza dose, oppure ha fatto il cosiddetto booster troppo tardi. Nello specifico, i nominativi verranno ricavati dal servizio tessera sanitaria e incrociati con la banca dati dell’anagrafe vaccinale, che contiene le informazioni su chi e quando ha fatto il vaccino e quante dosi ha ricevuto. Identificati i trasgressori, scatteranno le multe, che verranno inviate a domicilio.

Va ricordato che scatta l’esenzione dall’obbligo vaccinale per gli over 50 «in caso di accertato pericolo per la salute, in relazione a specifiche condizioni cliniche documentate, attestate dal medico di medicina generale dell’assistito o dal medico vaccinatore, nel rispetto delle circolari del ministero della Salute in materia di esenzione dalle vaccinazioni anti Sars-Cov-2».

Chi ha questa esenzione e riceve, comunque, la multa ha dieci giorni di tempo per presentare all’Asl il relativo certificato. Nel caso in cui l’Azienda sanitaria confermi la sanzione, il trasgressore riceverà l’opportuna comunicazione dell’addebito dall’Agenzia delle Entrate entro 180 giorni.

Ci sono, in qualsiasi caso, 60 giorni di tempo per pagare la multa oppure 30 giorni per presentare ricorso davanti al Giudice di pace. Se il ricorso viene respinto, il cittadino può essere condannato al pagamento sia della sanzione sia delle spese legali di giudizio.

Pertanto, l’Agenzia delle Entrate può inviare direttamente a casa la multa da 100 euro non solo agli over 50 no vax ma anche a quelli che non hanno rispettato i tempi e le modalità del ciclo vaccinale. In estrema sintesi: si può essere sanzionati anche dopo avere ricevuto una o due dosi del vaccino anti-Covid.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

2 Commenti

  1. ma la multa la fanno anche a chi, non vaccinato, s’é ammalato ed é guarito prima del 01 febbraio 2022, ovvero ha gli anticorpi per cui per il momento non deve vaccinarsi?

  2. mi e arrivata la multa di 100 euro pur avendo fatto 3 vaccinii 6 mesi scadevano il 01 02 2022 la 3 dose lo fatta il06 02 2022 data datami dal/asl avendo prenotato la 3 dose il 27 12 2021 che colpa ho perchè devo pagare100 euro

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube