Diritto e Fisco | Editoriale

La nuova disciplina contro la pirateria informatica

13 Ottobre 2011 | Autore:
La nuova disciplina contro la pirateria informatica

Poco più di un mese fa, l’AGCOM, l’Authority per le comunicazioni, ha reso pubblico il testo di quella che, di qui a breve, dopo una consultazione pubblica di sessanta giorni, diverrà la nuova legge per combattere la pirateria informatica.

Non sappiamo quanto, in questo processo, abbiano influito i lavori svolti dal Comitato Governativo Antipirateria, istituito un paio di anni fa; anche perché i risultati a cui quest’ultimo è pervenuto, per quanto inizialmente ispirati ad un principio di trasparenza (essi dovevano essere pubblicati di volta in volta su internet), non sono mai stati divulgati.

Hanno però giocato un ruolo decisivo gli iter normativi dei vari stati dell’Unione Europea, iter che hanno portato la Francia e il Regno Unito ad approvare leggi tanto assurde quanto incostituzionali, come quella “dei tre colpi” (al terzo avviso di violazione del copyright, l’utente si vede interrompere la connessione ad internet, senza processo e senza un accertamento sulla sua effettiva responsabilità).

Di certo, la nostra legge Urbani era divenuta vetusta ed insufficiente ad arginare quello che, per dirla con le parole di Luca Neri, è stato definito “l’assalto al copyright”. Peraltro un ulteriore inasprimento delle pene, pur senza determinare un reale deterrente al fenomeno della pirateria, avrebbe macchiato di infamia il Parlamento.

Il nuovo sistema invece, ispirato al modello statunitense, mira all’effettività della tutela piuttosto che alla mera comminazione di sanzioni. Ecco, in sintesi, il suo funzionamento.

L’articolo prosegue per I-dome a questo indirizzo

 



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube